Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Va assolutamente limitato e contenuto il contagio a Rignano Garganico. Luigi Di Fiore (sindaco): “per ora c’è un solo caso accertato, ma la popolazione anziana deve rimanere a casa”.

Nel più piccolo comune del Parco Nazionale del Gargano, Rignano, si vive il terrore e la gente, anche su indicazione del sindaco Luigi Di Fiore, resta in casa per non rischiare di contagiarsi. La popolazione nel minuscolo centro, che conta appena 2000 abitanti (con un migliaio effettivamente domiciliato), è composta prevalentemente da over-70, ovvero da soggetti ad alto rischio. Molti di loro hanno patologie tipiche della terza età: BPCO, scompenso cardiaco, diabete, demenze ed altre.

Il primo cittadino Di Fiore proprio ieri sera ha lanciato il suo appello attraverso il suo Profilo Facebook: “come promesso, cari Rignanesi, vi riassumo la giornata di oggi: sin da stamane alle 8, in virtù dell’UNICO caso ufficiale positivo ai test per il COVID-19 nel nostro territorio, mi sono messo a disposizione dei vertici dell’ ASL FG per contribuire a ricostruire la catena del contagio. Nel pomeriggio, senza conoscere l’attività da loro espletata, ho trasmesso ai Dirigenti ASL una relazione in cui descrivo tutto ciò che sono riuscito a raccogliere nel corso della giornata, con non poco sforzo. Abbiamo fatto stampare dei manifesti, che abbiamo affisso in tutti i locali pubblici e verranno affissi in giro per il paese, con le misure di contenimento emanate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’1 marzo 2020 e del 04 marzo 2020, oltre alle misure igienico-sanitarie, ormai note, proprie dell’allegato 1 dello stesso dispositivo. Questa è una fase molto delicata, in cui tutti noi dobbiamo seguire scrupolosamente i consigli e le prescrizioni disposti dalla norma e dagli esperti. Non lasciamoci prendere dal panico e cerchiamo di mantenere la calma, facendo attenzione a non cadere nella superficialità. Tranquilli ma sempre prudenti e attenti! Io e tutta l’Amministrazione restiamo a disposizione per qualunque cosa e a qualunque ora“.

Più chiaro di così.

Va precisato che la cittadina di Rignano Garganico è ad appena 7 Km da San Marco in Lamis e a 15 da San Giovanni Rotondo, dove ci sono stati due morti per COVID-19.

Leggi anche:

Coronavirus. Contagio a Rignano Garganico, il paese che ha congelato gli arrivi dal Nord.

Coronavirus. Un morto sul Gargano. 70 in quarantena a San Marco in Lamis.