Pubblicità

Coronavirus: il colosso Esselunga in prima linea con diverse iniziative. Fra esse è stato deciso un vantaggio in riconoscimento di Infermieri, Medici, OSS e membri della Protezione Civile e Croce Rossa Italiana.

Coronavirus: Esselunga ha deciso di fare la propria parte con una campagna di iniziative a riguardo. Dopo l’ingente donazione di 2,5 milioni di euro effettuata qualche giorno fa a beneficio di ospedali e istituti impegnati in prima linea nell’emergenza, ha deciso di avvantaggiare Infermieri, OSS, Medici e personale sanitario oltre che i membri della Protezione Civile e della CRI.

Coloro che si recheranno a fare la spesa NON dovranno fare la coda e avranno una cassa a loro dedicata.

Come beneficiarne:

  • il personale volontario dovrà esibire il badge di riconoscimento e apposita autorizzazione/delega dell’Ente Committente;
  • il personale sanitario (medici, infermieri, Oss, etc.), la Protezione Civile e la Croce Rossa (se in divisa) è sufficiente il badge.

Le altre iniziative:

Per favorire una corretta astensione all’uscita, Esselunga ha anche deciso di consegnare gratuitamente a casa ai clienti over65.

Inoltre ogni iscritto al programma Fidaty potrà donare 500 punti che si trasformeranno in 5 euro di donazione ad alcuni ospedali lombardi impegnati duramente in questa battaglia.

Elenco degli ospedali beneficiari:

  • Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma;
  • Fondazione IRCCS San Matteo di Pavia;
  • Ospedale Luigi Sacco di Milano;
  • Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo;
  • Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza;
  • Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico.