histats.com
giovedì, Agosto 18, 2022
HomePrimo PianoCronacaCi prepariamo al peggio…

Ci prepariamo al peggio…

Pubblicità

“Ci prepariamo al peggio. L’obbligo vaccinale deciso mesi fa oggi ci avrebbe tutelato”.

“Qualsiasi intervento preso oggi” sulla curva epidemica “avrà dei risultati tra 15-20 giorni, questo vale per lockdown per vaccinati o meno, mentre le Regioni in zona gialla non servono a nulla.

La variante Omicron corre e ci sarà un impatto, come già si vede, prima sui ricoveri in area media e poi sulle terapie intensive.

Ci stiamo preparando al peggio, le aziende sanitarie stanno organizzando la riapertura e l’ampiamento dei reparti Covid”.

“Siamo preoccupati ma anche preparati”.

Lo sottolinea all’Adnkronos Salute, Antonino Giarratano, presidente della Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva (Siaarti).

“Oggi stiamo assistendo ad un incremento dei ricoveri dei pazienti fragili positivi al Covid – ricorda – un dato che ci dice che con la doppia dose di vaccino anche chi, magari anziano e con comorbidità, non finisce subito in terapia intensiva, come sarebbe accaduto lo scorso anno, ma occupa comunque un posto letto.

Questo pone dei problemi molto seri alle attività non-Covid che subiranno una paralisi se le cose peggiorano”.

La variante Omicron “corre più veloce della politica, l’obbligo vaccinale deciso mesi fa ci avrebbe tutelato da questo periodo che sarà difficile e complicato soprattutto a gennaio, quando vedremo l’onda lunga dei contagi di Natale”, conclude.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394