Trapianto: quanto costano gli organi più usati?

Organi: quanto cosa il loro trapianto?
Organi: quanto cosa il loro trapianto?

Quanto “costano” gli organi più trapiantati?

L’acquisizione o compravendita degli organi è severamente vietata, esiste, secondo Voi, un modo legale per stabilire quanto potrebbero valere gli organi più trapiantati del corpo umano?

Secondo quanto riporta il DRG italiano del 2009, ovverto il sistema che dà un valore in denaro alle diagnosi e alle procedure medico-chirurgiche, le procedure di un trapianto d’organo, comprensive di prelievo dal donatore, trasporto, conservazione ed impianto nel ricevente, hanno i seguenti costi:

Cornea: la tariffa si aggira attorno ai 2.500 euro.

Pelle: circa 9.200 euro.

Midollo osseo: la tariffa è diversa a seconda che il trapianto sia autologo o allogenico. Se è autologo (ossia che il midollo osseo impiantato deriva dallo stesso paziente da curare), il costo è di circa 37.000 euro. Se è allogenico (ossia che il midollo osseo impiantato proviene da un’altra persona), il costo è di ben 85.000 euro.

Rene: la tariffa si aggira attorno ai 43.000 euro.

Fegato: quasi 83.000 euro.

Polmone: la tariffa è di poco inferiore ai 72.000 euro.

Cuore: la tariffa è di poco più di 62.000 euro.

Intestino isolato: ha un valore leggermente inferiore agli 83.000 euro.

Pancreas isolato: la tariffa è poco meno di 70.000 euro.

Occorre tuttavia specificare che questi valori non sono gli stessi presenti nel mercato nero degli organi umani. 
I costi sul mercato nero, che variano da paese a paese e rappresentano un problema su scala mondiale, dipendono anche dalla legge della domanda/offerta e dall’importanza che il tal organo svolge all’interno del corpo umano.

In quest’ottica, un organo come il rene che, seppur fondamentale, ha comunque molti donatori legali, vale molto meno di un fegato o un cuore, per i quali i donatori legali sono assai pochi.

Potrebbe interessarti...