histats.com
martedì, Giugno 22, 2021
Pubblicità
HomePazientiPatologieSincope: cause, segni, sintomi e trattamento.

Sincope: cause, segni, sintomi e trattamento.

La sincope è il termine medico per svenimento o svenimento. È causato da un calo temporaneo della quantità di sangue che scorre al cervello.

La sincope può verificarsi se si ha un improvviso calo della pressione sanguigna, un calo della frequenza cardiaca o cambiamenti nella quantità di sangue in alcune aree del corpo. Se svenirai, probabilmente diventerai immediatamente cosciente e vigile, ma potresti sentirti confuso per un po’.

Sistema nervoso autonomo.

L’ANS controlla automaticamente molte funzioni del corpo, come la respirazione, la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e il controllo della vescica. La maggior parte delle volte, queste cose accadono senza che ce ne accorgiamo.

Quanto è comune la sincope?

La sincope è una condizione comune. Colpisce il 3% degli uomini e il 3,5% delle donne ad un certo punto della vita. La sincope è più comune quando si invecchia e colpisce fino al 6% delle persone di età superiore ai 75 anni. La condizione può manifestarsi a qualsiasi età e si verifica in persone con e senza altri problemi di salute.

Tipi di sincope.

Esistono diversi tipi di sincope. Il tipo che hai dipende da cosa causa il problema.

Sincope vasovagale (chiamata anche sincope cardio-neurogena),

La sincope vasovagale è il tipo più comune di sincope. È causato da un improvviso calo della pressione sanguigna, che provoca un calo del flusso sanguigno al cervello. Quando ti alzi, la gravità fa sì che il sangue si depositi nella parte inferiore del tuo corpo, sotto il diaframma. Quando ciò accade, il cuore e il sistema nervoso autonomo (ANS) lavorano per mantenere stabile la pressione sanguigna.

Alcuni pazienti con sincope vasovagale hanno una condizione chiamata ipotensione ortostatica. Questa condizione impedisce ai vasi sanguigni di rimpicciolirsi (come dovrebbero) quando il paziente è in piedi. Questo fa sì che il sangue si raccolga nelle gambe e porta a un rapido calo della pressione sanguigna.

Sincope situazionale.

La sincope situazionale è un tipo di sincope vasovagale. Succede solo durante determinate situazioni che influenzano il sistema nervoso e portano alla sincope.

Alcune di queste situazioni sono:

  • Disidratazione;
  • Intenso stress emotivo;
  • Ansia;
  • Paura;
  • Dolore;
  • Fame;
  • Uso di alcol o droghe;
  • Iperventilazione (respirare ossigeno in eccesso e liberarsi di dell’anidride carbonica troppo rapidamente);
  • Tosse violenta da forte torcicollo o da collare stretto (ipersensibilità del seno carotideo);
  • Minzione (sincope da miturizione).

Sincope posturale (chiamata anche ipotensione posturale).

La sincope posturale è causata da un improvviso calo della pressione sanguigna dovuto a un rapido cambiamento di posizione, ad esempio da sdraiati a in piedi. Alcuni farmaci e la disidratazione possono portare a questa condizione. I pazienti con questo tipo di sincope di solito hanno cambiamenti nella loro pressione sanguigna che causano un calo di almeno 20 mmHg (numero sistolico / superiore) e di almeno 10 mmHg (numero diastolico / inferiore) quando sono in piedi.

La sincope cardiaca è causata da una condizione del cuore o dei vasi sanguigni che influisce sul flusso sanguigno al cervello. Queste condizioni possono includere un ritmo cardiaco anormale (aritmia), ostruzione del flusso sanguigno nel cuore a causa di una cardiopatia strutturale (il modo in cui si forma il cuore), blocco dei vasi sanguigni cardiaci (ischemia miocardica), malattia delle valvole, stenosi aortica, sangue coagulo o insufficienza cardiaca. Se soffri di sincope cardiaca, è importante consultare un cardiologo per un trattamento adeguato.

Sincope neurologica.

La sincope neurologica è causata da una condizione neurologica come convulsioni, ictus o attacco ischemico transitorio (TIA). Altre condizioni meno comuni che portano alla sincope neurologica includono emicrania e idrocefalo a pressione normale.

Sindrome da tachicardia ortostatica posturale (POTS).

La sindrome da tachicardia posturale-ortostatica è causata da una frequenza cardiaca molto rapida (tachicardia) che si verifica quando una persona si alza in piedi dopo essersi seduta o sdraiata. La frequenza cardiaca può aumentare di 30 battiti al minuto o più. L’aumento di solito avviene entro 10 minuti dalla posizione in piedi. La condizione è più comune nelle donne, ma può verificarsi anche negli uomini.

Cause sconosciute di sincope.

La causa della sincope è sconosciuta in circa un terzo dei pazienti. Tuttavia, un aumento del rischio di sincope è un effetto collaterale per alcuni farmaci.

Quali sono i sintomi della sincope?

I sintomi più comuni della sincope includono:

  • Perdere i sensi;
  • Sensazione di stordimento;
  • Cadendo senza motivo;
  • Sensazione di vertigini;
  • Sensazione di sonnolenza o intontimento;
  • Svenimento, soprattutto dopo aver mangiato o esercitato;
  • Sensazione di instabilità o debolezza quando si è in piedi;
  • Cambiamenti nella visione (vedere macchie o avere una visione a tunnel);
  • Mal di testa.

Molte volte, i pazienti sentono in arrivo un episodio di sincope. Hanno i cosiddetti “sintomi premonitori”, come sensazione di stordimento, nausea e palpitazioni cardiache (battiti cardiaci irregolari che sembrano “svolazzare” nel petto). Se soffri di sincope, probabilmente sarai in grado di evitare di svenire se ti siedi o ti sdrai e alzi le gambe se avverti questi sintomi.

La sincope può essere un segno di una condizione più grave. Quindi, è importante farsi curare subito dopo aver avuto un episodio di sincope. La maggior parte dei pazienti può prevenire problemi di sincope una volta ottenuta una diagnosi accurata e un trattamento adeguato.

Cosa causa la sincope?

La sincope può essere causata da molte cose. Molti pazienti hanno una condizione medica di cui possono o non possono essere a conoscenza e che colpisce il sistema nervoso o il cuore. Potresti anche avere una condizione che influisce sul flusso sanguigno attraverso il tuo corpo e fa abbassare la pressione sanguigna quando cambi posizione (ad esempio, passando da sdraiato a in piedi).

Come viene diagnosticata la sincope?

Se hai la sincope, dovresti consultare il tuo medico, che può indirizzarti a uno specialista della sincope per una valutazione completa.

La valutazione inizia con un’attenta revisione della tua storia medica e un esame fisico. Il medico ti farà domande dettagliate sui sintomi e sugli episodi di sincope, incluso se hai sintomi prima di svenire e quando e dove si verificano gli episodi.

È quindi possibile sottoporsi a uno o più test per aiutare il medico a determinare la causa della sincope. Questi test controllano cose come le condizioni del tuo cuore, quanto velocemente batte il tuo cuore (frequenza cardiaca), la quantità di sangue nel tuo corpo (volume del sangue) e il flusso sanguigno in diverse posizioni.

Test di inclinazione.

La tua frequenza cardiaca e la pressione sanguigna verranno misurate e registrate mentre ti trovi in ​​diverse posizioni, tra cui sdraiato, seduto e in piedi.

I test per determinare le cause della sincope includono:

  • Test di laboratorio: analisi del sangue per verificare la presenza di anemia o cambiamenti metabolici.
  • Elettrocardiogramma (ECG o ECG): un test che registra l’attività elettrica del tuo cuore. Gli elettrodi (piccoli cerotti appiccicosi) vengono applicati sulla pelle per raccogliere queste informazioni.
  • Test da sforzo: un test che utilizza un ECG per registrare l’attività elettrica del tuo cuore mentre sei attivo. Questo viene fatto su un tapis roulant o su una cyclette, che ti aiuta a raggiungere una frequenza cardiaca target.
  • Monitor ambulatoriale: indosserai un monitor che utilizza elettrodi per registrare informazioni sulla frequenza cardiaca e sul ritmo.
  • Ecocardiogramma: un test che utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare un’immagine delle strutture cardiache.
  • Tavolo di inclinazione (test di inclinazione della testa in su): un test che registra la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca minuto per minuto o battito per battito mentre il tavolo viene inclinato a diversi livelli mentre rimani a testa in su. Il test può mostrare riflessi cardiovascolari anormali che causano sincope.
  • Determinazione del volume sanguigno: un test per vedere se hai la giusta quantità di sangue nel tuo corpo, in base al tuo sesso, altezza e peso. Una piccola quantità di una sostanza radioattiva (tracciante) viene iniettata attraverso una linea endovenosa (IV) posta in una vena del braccio. I campioni di sangue vengono quindi prelevati e analizzati. Il sistema di analisi del volume sanguigno utilizzato presso la Cleveland Clinic può fornire risultati di test accurati entro 35 minuti.
  • Test emodinamico: un test per controllare il flusso sanguigno e la pressione all’interno dei vasi sanguigni quando il muscolo cardiaco si contrae e pompa il sangue in tutto il corpo. Una piccola quantità di una sostanza radioattiva (tracciante) viene iniettata attraverso una linea endovenosa (IV) posta in una vena del braccio e vengono acquisite tre serie di immagini.
  • Test del riflesso autonomo: viene eseguita una serie di diversi test per monitorare la pressione sanguigna, il flusso sanguigno, la frequenza cardiaca, la temperatura della pelle e la sudorazione in risposta a determinati stimoli. Queste misurazioni possono aiutare il medico a determinare se il sistema nervoso autonomo funziona normalmente o se c’è un danno ai nervi. I risultati del test aiuteranno il tuo medico a determinare cosa ti sta causando la sincope. Potrebbero essere necessari altri test, inclusi studi di elettrofisiologia, test del sistema nervoso autonomo, valutazione neurologica e tomografia computerizzata (TC). È possibile eseguire un test di funzionalità vestibolare per escludere problemi nell’orecchio interno. Se hai bisogno di ulteriori test, il tuo medico li spiegherà e perché sono necessari.

Trattamento.

Le opzioni di trattamento dipenderanno da cosa sta causando la sincope e dai risultati della valutazione e dei test. L’obiettivo del trattamento è impedirti di avere episodi di sincope.

Le opzioni di trattamento includono:

  • Assumere farmaci o apportare modifiche a farmaci che già prendi.
  • Indossare indumenti di supporto o calze a compressione per migliorare la circolazione sanguigna.
  • Apportare modifiche alla tua dieta. Il medico potrebbe suggerirle di consumare pasti piccoli e frequenti; mangiare più sale (sodio); bevi più liquidi, aumenta la quantità di potassio nella tua dieta; ed evitare caffeina e alcol.
  • Essere più cauti quando ti alzi.
  • Sollevare la testata del letto durante il sonno. Puoi farlo usando cuscini extra o posizionando le alzate sotto le gambe della testata del letto.
  • Evitare o modificare le situazioni o “trigger” che causano un episodio di sincope.
  • Allenamento biofeedback per controllare un battito cardiaco accelerato.
  • Trattamento per la cardiopatia strutturale.
  • Impianto di un pacemaker per mantenere la frequenza cardiaca regolare (necessario solo per i pazienti con determinate condizioni mediche).
  • Un defibrillatore cardiaco impiantabile (ICD). Questo dispositivo monitora costantemente la frequenza cardiaca e il ritmo e corregge un ritmo veloce e anormale (necessario solo per i pazienti con determinate condizioni mediche).

Il tuo medico e altri membri del team sanitario svilupperanno un piano di trattamento adatto a te e ti parleranno delle opzioni di trattamento.

Leggi anche:

Sincope o crisi lipotimica: cosa sono, cosa le causa e in cosa differiscono. Ecco come distinguerle!

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394