histats.com
venerdì, Gennaio 28, 2022
HomePazientiPatologieSclerosi Multipla, Covid-19 e Coronavirus: quali connessioni.

Sclerosi Multipla, Covid-19 e Coronavirus: quali connessioni.

Pubblicità

Quali connessioni patologiche o terapeutiche ci sono tra Sclerosi Multipla, Covid-19 e Coronavirus? E chi è affetto da SM è più soggetto al contagio e alla malattia virale?

Non è assolutamente vero che chi è soggetto a Sclerosi Multipla (SM) si ammala prima e/o di più dei soggetti sani. La SM, come riferisce l’AISM, è una malattia neuro-degenerativa che colpisce il sistema nervoso centrale. È una patologia molto complessa e imprevedibile, ma non è contagiosa né mortale.

Grazie ai trattamenti e ai progressi della ricerca, le persone con sclerosi multipla possono mantenere una buona qualità di vita con un’aspettativa non distante da chi non riceve questa diagnosi.

Essa è caratterizzata da una reazione anomala delle difese immunitarie che attaccano alcuni componenti del sistema nervoso centrale scambiandoli per agenti estranei, per questo rientra tra le patologie autoimmuni.

Antonino, Infermiere licenziato da ASL pubblica perché affetto da sclerosi multipla. Non ha ricevuto alcun preavviso.

Che cosa sono il coronavirus e il Covid-19?

Covid-19 è la malattia causata da un nuovo ceppo di coronavirus che è stato identificato per la prima volta in Cina. Questo particolare coronavirus è stato chiamato SARS-CoV-2, quindi potresti vedere questo nome in alcuni punti. Qui continueremo a usare il coronavirus per descrivere il virus e il Covid-19 per descrivere la malattia per cercare di evitare confusione. Come gruppo, i coronavirus sono comuni in tutto il mondo. In generale, provocano lievi sintomi respiratori o talvolta gastrici.

I principali sintomi di Covid-19 sono:

una nuova tosse continua: significa che hai iniziato a tossire ripetutamente
una temperatura elevata – ti senti caldo al tatto sul petto e / o sulla schiena
una perdita o un cambiamento del tuo senso dell’olfatto o del gusto.

Se sviluppi questi sintomi, dovresti seguire i consigli del governo sull’autoisolamento (il link è esterno) e organizzare un test (il link è esterno) per vedere se hai Covid-19.

Ci sono molti altri sintomi legati al Covid-19. Tuttavia, questi sintomi possono avere un’altra causa e da soli non sono un motivo per sottoporsi a un test Covid-19. Se sei preoccupato per i tuoi sintomi, consulta un medico.

Se hai sintomi di Covid-19 o sei risultato positivo al test, dovresti rimanere a casa. Il periodo di isolamento include il giorno in cui sono iniziati i sintomi (o il giorno in cui è stato eseguito il test se non si hanno sintomi) e i successivi 10 giorni interi. Puoi tornare alla tua normale routine e interrompere l’autoisolamento dopo 10 giorni interi se i tuoi sintomi sono scomparsi, o se gli unici sintomi che hai sono la tosse o le alterazioni dell’olfatto, che possono durare per diverse settimane.

Se vivi con qualcuno che ha sintomi o è risultato positivo al test, dovresti rimanere a casa. Il periodo di isolamento include il giorno in cui sono iniziati i sintomi della prima persona nella tua famiglia (o il giorno in cui è stato eseguito il test se non presentavano sintomi) e i successivi 10 giorni interi. Non devi andare in un ambulatorio medico, in farmacia o in ospedale. E devi allertate il Servizio 118/112 solo se necessario.

Se ritieni di non poter far fronte ai tuoi sintomi a casa, se le tue condizioni peggiorano o i tuoi sintomi non migliorano dopo 10 giorni allora segnala la tua situazione al Medico di Famiglia e sarà lui eventualmente ad allertare i soccorsi dopo la visita a domicilio o telefonica (che non andrebbe mai fatta).

Chi ha la Sclerosi Multipla può prendere il Covid-19?

Se hai la Sclerosi Multipla (SM), hai lo stesso rischio di sviluppare Covid-19 di chiunque altro. Le persone con SM non corrono un rischio maggiore rispetto al pubblico in generale di contrarre il coronavirus; il tuo sistema immunitario non è indebolito dalla SM.

Un’eccezione è se stai assumendo alcuni farmaci modificanti la malattia. Alcuni di questi farmaci sopprimono parti del tuo sistema immunitario lasciandoti a un maggior rischio di infezione. Per maggiori dettagli su ciascuno dei singoli farmaci che modificano la malattia, vedere la sezione sui farmaci che modificano la malattia.

Se sei preoccupato, chiedi consigli al tuo Neurologo, al tuo Medico di Famiglia o all’Infermiere di fiducia.

Non dovresti interrompere il trattamento o saltare gli appuntamenti finché non hai parlato con un professionista della salute.

Se sei più gravemente colpito dalla SM, ad esempio hai difficoltà a deglutire, a liberare i polmoni o sei soggetto a infezioni toraciche; o se soffre di altre condizioni di salute, comprese quelle che colpiscono il cuore o i polmoni, come la pressione alta o l’asma potresti essere maggiormente a rischio di complicazioni se sviluppi Covid-19.

Quali misure dovrei prendere per proteggermi?

La regola migliore sarebbe quella del distanziamento sociale o dell’auto-isolamento a casa. Ciò significa, senza mezzi termini, che devi restare nella tua abitazione e spostarti solo se necessario.

Ti consigliamo di lasciare casa solo se:

  • devi acquistare beni di prima necessità, per te o per una persona vulnerabile;
  • vai a lavorare, se non lo puoi fare da casa;
  • se devi fare riabilitazione e non puoi farlo a casa;
  • se non puoi ragionevolmente farlo da casa;
  • devi rivolgerti ad un Medico che non può venire a casa tua o devi andare ad effettuare esami diagnostici importanti e prenotati;
  • se sei soggetto/a ad abusi domestici e devi rivolgerti alle forze dell’ordine o a familiari;
  • essendo in età scolare frequenti scuola dell’infanzia o dell’obbligo;
  • devi accompagnare i figli a scuola;
  • devi assistere altre persone con disabilità o anziane;
  • altre motivazione veramente indispensabili.

Dovrei proteggermi con la cosiddetta schermatura?

Fin dall’inizio della Pandemia da Coronavirus a un piccolo numero di persone con SM che erano considerate estremamente vulnerabili è stato consigliato di praticare misure più restrittive (la cosiddetta “schermatura”).

Schermarsi significa restare a casa il più possibile e ridurre al minimo le visite all’esterno.

Dovresti uscire solo per appuntamenti medici, esercizio fisico o se essenziale. Non dovresti andare al lavoro.

Le persone a cui è stato consigliato di fare scudo erano:

  • soggetti con SM più avanzata che hanno difficoltà a deglutire e/o respirare;
  • soggetti che assumono determinati farmaci modificanti la malattia che sopprimono il sistema immunitario e aumentano significativamente il rischio di infezione.

Le linee guida sulla protezione delle persone estremamente vulnerabili possono variare tra le diverse nazioni, ma in sostanza dicono tutte la stessa cosa: se sei vulnerabile devi ridurre al massimo i contatti sociali e l’esposizione a possibili soggetti affetti da Covid-19.

Cosa posso fare per evitare di prendere Covid-19?

Tutti dovrebbero fare il possibile per ridurre la diffusione del Coronavirus. Anche se non hai sintomi, potresti diffondere il virus ad altre persone.

Puoi ridurre il rischio di contrarre il coronavirus seguendo rigorosamente le linee guida governative pertinenti per la tua situazione particolare.

Questo significa:

  • limitare il contatto con altre persone;
  • evitare il contatto con persone che presentano sintomi di coronavirus;
  • camminare o andare in bicicletta piuttosto che utilizzare i mezzi pubblici;
  • se hai bisogno di usare i mezzi pubblici, evita le ore di punta
    lavora da casa, se puoi.

Il tuo datore di lavoro dovrebbe:

  • aiutarti a farlo;
  • evitare attività sociali, eventi o riunioni di grandi gruppi di persone.

E per non sbagliare.

Usa il telefono, i servizi online o le app per contattare il tuo ambulatorio medico o altri servizi del Sistema Sanitario Nazionale e tieniti ad almeno due metri di distanza dalle altre persone se esci; inoltre, lavati regolarmente i vestiti e mantiene gli ambienti interni ben ventilati.

Prestare particolare attenzione all’igiene:

  • lavati spesso le mani con acqua e sapone – fallo per almeno 20 secondi;
  • lavati sempre le mani quando torni a casa o al lavoro;
  • utilizza un gel disinfettante per le mani se l’acqua e il sapone non sono disponibili;
  • copriti la bocca e il naso con una idonea mascherina protettiva (per proteggere te stesso/a e gli altri);
  • copriti bocca e naso con un fazzoletto quando starnutisci o tossisci (non le mani);
  • mettere immediatamente i fazzoletti usati nel cestino e lavarsi le mani dopo;
  • non toccare gli occhi, il naso o la bocca se le mani non sono pulite.

La maggior parte delle persone con SM è quasi sempre in grado di indossare una mascherina per il viso in modo sicuro, se non ci riesce è opportuno farsi aiutare.

Le mascherine per il viso sono ora obbligatorie negli spazi pubblici interni e all’esterno (anche nei mezzi pubblici e ovunque può crearsi affollamento).

Se prendo il Covid-19 e ho la Sclerosi Multipla cosa mi può succedere?

Per la maggior parte delle persone, Covid-19 è una lieve infezione. Ciò è supportato da una ricerca preliminare dall’Italia che ha scoperto che le persone con SM che hanno contratto il Covid-19 non hanno fatto peggio della popolazione generale.

Il trattamento mira ad alleviare i sintomi mentre il tuo corpo combatte l’infezione. Non esiste un farmaco specifico per Covid-19.

Se hai la SM e soffri di Covid-19, il modo in cui il tuo corpo affronta l’infezione (ad esempio la febbre) può causare un temporaneo peggioramento dei sintomi della SM. Una volta che ti sarai ripreso dall’infezione, i sintomi della SM si placheranno. Un’infezione più grave potrebbe potenzialmente innescare una ricaduta.

Per questo motivo, il governo ha incluso le persone con sclerosi multipla tra quelle considerate vulnerabili (il collegamento è esterno) e chiede alle persone di prestare particolare attenzione per evitare l’infezione.

Se la tua SM è più grave o hai altre condizioni di salute sottese, potresti avere un rischio maggiore di sviluppare complicanze da Covid-19. Ad esempio, se hai difficoltà a liberare i polmoni, c’è un aumento del rischio che il Coronavirus possa portare a un’infezione toracica più grave come la polmonite.

Se sei a rischio di malattie gravi, ti consigliamo di seguire le regole di schermatura e di rimanere a casa ed evitare il contatto faccia a faccia.

In ogni caso vi consigliamo sempre, in caso di infezione o di sospetta infezione da Coronavirus, di rivolgervi al vostro Medico di Famiglia, al Neurologo o all’Infermiere di fiducia.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394