histats.com

Risonanza Magnetica: cos’è, come funziona e quando si fa l’esame?

Risonanza Magnetica: cos’è, come funziona e quando si fa l’esame?

Imaging utile a diagnosi, anche in ambito oncologico

La risonanza magnetica è una metodica diagnostica non invasiva che utilizza radiazioni elettromagnetiche (innocue per l’organismo) che, elaborate da un computer, forniscono un’immagine su vari piani del corpo umano, consente di visualizzare lo scheletro e le articolazioni ma anche gli organi interni. Per questo è utilizzata per diagnosticare una grande varietà di condizioni patologiche. Dal punto di vista oncologico, è utilizzata per diagnosticare o valutare diversi tipi di tumore.

Per essere sottoposto alla risonanza magnetica il paziente, con indosso un camice fornito dal personale, è invitato a posizionarsi su un lettino scorrevole che viene inserito all’interno di un cilindro cavo, aperto a entrambe le estremità, costituito da un potente magnete dentro cui vengono irradiati fasci di onde radio.

Al paziente viene chiesto di restare fermo e rilassato per tutta la durata dell’esame, mentre il lettino scorre avanti e indietro per consentire l’analisi della parte del settore del corpo interessato da parte dei macchinari.

Il segnale ottenuto è elaborato da un computer che visualizza sul video Hun’immagine che può essere ulteriormente elaborata e fotografata su pellicole radiografiche.

L’esame dura all’incirca dai 20 minuti per lo studio ad esempio del cranio ai 60 minuti se devono essere eseguite indagini complesse di diversi distretti corporei.

Necessita di una particolare preparazione per lo studio dell’addome inferiore, al quale si richiede un digiuno assoluto di 6 ore, se il distretto studiato ad esempio è il retto sqarà necessario anche una dieta leggera e una pulizia intestinale con clistere la sera prima dell’indagine.

Generalmente la RMN è un esame innocuo, ma non può essere effettuato su pazienti portatori di protesi valvolari o metalliche, o pazienti che soffrono di claustrofobia.

Per le pazienti in gravidanza è sconsigliata l’esecuzione nei primi tre mesi di gravidanza, comunque in ogni caso l’indagine deve essere eseguita solo ed esclusivamente su precisa indicazione medica.

 

 

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394