menarini coronavirus bollettino sintomi variante inglese
Pubblicità

Sintomi variante inglese del Coronavirus. Studio di ricerca ci aiuta a conoscere la differenza con questa variante rispetto al Sars-CoV-19 come lo conosciamo.

Sintomi variante inglese Sars-CoV-2, studio ci permette di comprendere quali sono le nuove condizioni da riconoscere per allertare i servizi sanitari precocemente.

La variante inglese attualmente si è dimostrata un ceppo dominante e sta pian piano rimpiazzando il Coronavirus come già lo conoscevamo.

Ecco quindi una breve guida sui nuovi sintomi, possibile grazie allo studio REACT (Real-Time Assessment of Community Trasmission) condotto dall’Imperial College di Londra, che ha analizzato i sintomi di oltre 1 milione di contagiati inglesi.

Partendo dai classici segni e sintomi del Coronavirus si aggiungono o intensificano la loro rilevanza di brividiperdita di appetitomal di testa e dolori muscolari.

Lo studio britannico ha inoltre rilevato come l’età dei pazienti influisca sulla possibilità di manifestazione dei sintomi:

  • Brividi: comuni per ogni fascia di età;
  • Mal di testa: maggiormente diffusi nei giovani di età compresa tra 5 e 17 anni;
  • Perdita di appetito: maggiormente diffusa tra i 18 e i 54 anni e negli over 55
  • Dolori muscolari: maggiormente diffusi nelle persone di età compresa tra 18 e 54 anni.

Inoltre è emerso come i bambini tra 5 e 17 anni hanno meno probabilità di riportare febbre, tosse persistente e perdita di appetito rispetto agli adulti.

Leggi anche:

Speciale Coronavirus. Tutti i giorni le ultime notizie dal fronte del COVID-19.

4 COMMENTS

Comments are closed.