Pubblicità

Viaggio ragionato nelle Parafilie. Cosa sono, chi colpiscono, come si curano questi disturbi legati al sesso e all’eccitazione. Non sono delle vere e proprie patologie, tant’è che molte di esse sono punite penalmente.

Si tratta di disturbi fantasiosi e ricorrenti, impulsi o comportamenti che riguardano la sfera del sesso. Le parafilie sono problemi da non sottovalutare, perché potrebbero essere solo la punta di un iceberg sotto cui si celano vere e proprie patologie, spesso molto pericolose per il soggetto che ne soffre e per chi gli sta attorno. 

Esse creano disagi e disabilità e possono coinvolgere esseri umani (bambini, adolescenti, adulti, anziani non consenzienti) o esseri inanimati.

Molte parafilie sono accomunate dal desiderio di infondere sofferenza o umiliazione di sé stessi o del proprio partner, provocando potenzialmente algie in forma acuta.

“Le parafilie – così come spiega George R. Brown (MD, East Tennessee State University) nel Manuale MSD – coinvolgono eccitazione sessuale per oggetti atipici, situazioni e/o soggetti (p. es., bambini, cadaveri, animali). Tuttavia, attività sessuali che sembrano insolite a un’altra persona o a un professionista della salute non costituiscono parafilia semplicemente perché inusuali. Le persone possono avere interessi parafilici anche quando non soddisfano i criteri per un disturbo parafilico”.

Modelli di eccitazione sessuale e disturbi patologici.

I modelli di eccitazione sessuale non convenzionali nelle parafilie sono considerati disturbi patologici solo quando entrambe le seguenti condizioni sono verificate:

  • Sono intensi e persistenti.
  • Causano disagio significativo o menomazione sociale, lavorativa o in altri importanti ambiti di funzionamento oppure danneggiano, o hanno il potenziale di danneggiare, gli altri (per esempio i bambini, gli adulti non consenzienti, compreso gli anziani).

I soggetti con una forma di parafilia possono presentare una capacità compromessa o inesistente di affezionarsi, di provare coinvolgimento emotivo e intimità sessuale con un partner consenziente. Altri aspetti dell’adattamento personale ed emotivo possono essere parimenti compromessi.

Le modalità disturbate di eccitazione sessuale sono solitamente ben sviluppate prima della pubertà. Sono implicati almeno 3 meccanismi:

L’ansia o un precoce trauma emotivo interferiscono con il normale sviluppo psicosessuale.

Il normale modello di eccitamento viene sostituito da un altro modello, talvolta attraverso una precoce esposizione a esperienze sessuali estremamente pregnanti che rinforzano l’esperienza del soggetto di piacere sessuale.

La modalità di eccitazione sessuale spesso acquisisce oggetti simbolici e condizionanti (ad esempio un feticcio simbolizza l’oggetto dell’eccitazione sessuale, ma esso può venir scelto perché è stato associato in modo casuale alla curiosità, al desiderio e all’eccitamento sessuale).

È una questione controversa se tutti gli orientamenti parafilici provengano da tali processi psicodinamici. Sono presenti diverse evidenze riguardo alterazioni del funzionamento cerebrale e anatomiche in alcune parafilie (ad esempio la pedofilia).

Nella maggior parte delle culture, le parafilie sono molto più diffuse tra i maschi. È possibile che esistano motivazioni biologiche per tale diversità di distribuzione, ma sono scarsamente definite.

Decine di parafilie sono state descritte, ma la maggior parte è non comune o rara.

Le parafilie più frequenti sono:

  • Pedofilia;
  • Voyeurismo;
  • Travestitismo;
  • Esibizionismo.

Altre includono:

  • masochismo sessuale;
  • sadismo sessuale.

Parafilie punite dalla Legge.

Alcune parafilie (come la pedofilia) sono illegali e possono comportare la reclusione e la schedatura a vita come autori di crimini sessuali.

Alcuni di questi individui presentano anche significativi disturbi di personalità (ad esempio antisociale o narcisista), che rendono difficile il trattamento.

Spesso sono presenti più tipi di parafilie nello stesso soggetto.

Le parafilie non risparmiano l’ambito degli operatori sanitari.

Leggi anche:

OSS licenziata. Affetta da Coprofilia rubava pannoloni con feci. Sorpresa da un Paziente.

OSS licenziato, affetto da Gerontofilia. Scoperto a palpeggiare Pazienti anziane.

Infermiera affetta da scoptofilia ci scrive: “grazie a voi ho capito di avere un disturbo psichiatrico legato alla mia sessualità”.

OSS licenziata perché affetta da frotteurismo: trovata a palpeggiare due Pazienti.

OSS “affetta” da Urofilia denunciata da colleghi e licenziata dall’azienda: “non ho fatto nulla, sono arretrati!”.

2 COMMENTS

Comments are closed.