meteorismo
Pubblicità

Soffrire di meteorismo significa trovarsi spesso in situazioni imbarazzanti. Ecco le cause, i rimedi e i sintomi dell’aria nella pancia.

Il meteorismo è uno dei disturbi più “imbarazzanti” che esistano. Esso è caratterizzato dalla dilatazione dell’addome per la presenza di una eccessiva quantità di gas nel canale digerente.

Di solito tale situazione dà vita all’emissione, più o meno frequente, di gas intestinali per via anale (spesso anche in maniera non controllabile).

Il meteorismo, così come viene descritto dai colleghi dell’Humanitas,  può inoltre risultare accompagnato, oltre che dall’emissione più o meno frequente di gas intestinali per via anale, da altri sintomi come dolore all’addome, gorgoglii addominali, diarrea.

Malattie che producono meteorismo.

Quali sono le patologie che possono risultare associate al meteorismo? Eccone alcune in ordine alfabetico:

  • Appendicite;
  • Cancro al colon;
  • Celiachia;
  • Colica renale;
  • Colite;
  • Fibrosi cistica;
  • Gastroenterite virale;
  • Intolleranza al lattosio;
  • Intolleranze alimentari;
  • Occlusione intestinale;
  • Peritonite;
  • Sindrome dell’intestino irritabile

Ovviamente ci sono tante altre patologie o semplici disabitudini alimentari che possono produrre meteorismo. In ogni caso se il disturbo persiste vi consigliamo di rivolgervi al vostro Medico di fiducia.

I rimedi contro il meteorismo.

Poiché sono molto diverse tra loro le patologie che possono risultare associate al meteorismo, per mettere a punto un protocollo terapeutico atto a risolvere o lenire la condizione è fondamentale individuare la patologia che ne è alla base, e agire su questa (molto diverse saranno infatti, ad esempio, le terapie prescritte se all’origine c’è un’allergia, una colite o una sindrome dell’intestino irritabile). Fondamentale è quindi il parere del proprio medico di fiducia, che saprà consigliare sul da farsi.

Quando è opportuno rivolgersi al medico.

E sempre opportuno rivolgersi al proprio Medico, soprattutto in caso di malattie pregresse già diagnosticate. In caso di sospetti di appendicite, peritonite o occlusione rivolgetevi direttamente al più vicino Pronto Soccorso.

2 COMMENTS

Comments are closed.