lipotimia
Pubblicità

Lipotimia: definizione, cause e sintomi, differenze con la sincope.

La lipotimia è una sensazione di improvvisa debolezza, non accompagnata dalla completa perdita dello stato di coscienza. L’episodio è di breve durata e preceduto da prodromi.

Può essere causata da stress, stanchezza, calore eccessivo, scarsa o cattiva ossigenazione dell’ambiente, ipoglicemia, digiuno, anemia, emorragie, ustioni, traumi fisici o intense emozioni, e immobilità prolungata.

Rispetto alla sincope, la perdita di coscienza non è brusca e il paziente presenta segnali premonitori. Nella lipotimia, infatti, il soggetto si sente debole, instabile e lamenta annebbiamento della vista e nausea.

Inoltre, si possono riscontrare pallore, sudorazione fredda, atonia muscolare, ipotensione arteriosa e abbassamento della frequenza cardiaca.

Lipotimia, possibili cause.

Come riporta MyPersonalTrainer, tra le possibili cause troviamo:

  • Anemia;
  • Ansia;
  • Colpo di Calore;
  • Congestione digestiva;
  • Sclerosi Tuberosa
  • Sindrome da decompressione;
  • Sindrome di Brugada;
  • Ulcera peptica;
  • Ustioni.

Riscio Sincopale.

Il principale rischio della lipotimia è che ad essa possa seguire una sincope, cioè una perdita di coscienza transitoria (pochi secondi o 1-2 minuti) con annessa incapacità di mantenere la postura, e conseguente caduta (fonte pazienti.it).

Disturbi emotivi.

Spesso gli episodi connessi alla lipotimia si verificano per forti stati di ansia, sincope psicogena, e si manifestano con iperventilazione.

Se dopo opportuni accertamenti sono escluse tutte le altre cause alla base del disturbo sarebbe opportuno si prendesse in considerazione questa ipotesi (fonte: analisidelsangue.net)