histats.com
mercoledì, Luglio 28, 2021
Pubblicità
HomeSpecialistiMalattie RareFenilchetonuria: cos'è, segni e sintomi, diagnosi e cura di questa malattia rara.

Fenilchetonuria: cos’è, segni e sintomi, diagnosi e cura di questa malattia rara.

Fenilchetonuria: cos’è? Quali sono le manifestazioni cliniche? Come si giunge ad una diagnosi e qual’è la cura? Tutto su questa malattia rara.

La Fenilchetonuria (PKU) è una malattia rara gravemente invalidante che inizia le proprie manifestazioni già nei primi mesi dopo la nascita.

Scopriamola assieme, con l’aiuto di orpha.net, il progetto di riferimento per l’informazione per tutte le malattie rare.

Una malattia rara: dati epidemiologici.

La prevalenza della PKU presenta marcate differenze geografiche e in Europa si stima sia di 1/10.000 nati vivi con un tasso più alto in alcuni paesi quali l’Irlanda e l’Italia.La prevalenza è particolarmente alta in Turchia dove è stata calcolata in 1/4.000 nati vivi. La PKU è molto più rara nelle popolazioni finlandesi, africane e giapponesi.

Segni e sintomi, manifestazione clinica.

In assenza della diagnosi alla nascita, i sintomi insorgono prima dei due mesi di vita e possono essere molto lievi o gravi e comprendono:

  • ritardo dello sviluppo;
  • deficit di accrescimento;
  • microcefalia;
  • epilessia;
  • tremori;
  • eczema;
  • vomito.

I pazienti non trattati sviluppano conseguentemente deficit cognitivo, disturbi del comportamento (iperattività) e disturbi motori.

I pazienti spesso presentano un’ipopigmentazione, per effetto del deficit della tirosina.

La forma più comune è nota come fenilchetonuria classica (si veda questo termine) ed è caratterizzata da una sintomatologia importante.

Sono state inoltre descritte una forma lieve (PKU lieve; si veda questo termine) e persino forme più lievi, note come iperfenilalaninemia lieve (HPA lieve o HPA- non PKU; si veda questo termine).

È stato identificato un sottogruppo di pazienti con fenotipi più lievi che rispondono al trattamento con la tetraidrobiopterina (BH4), il cofattore dell’idrossilazione della fenilalanina (HPA-rispondente alla BH4, si veda questo termine).

Eziologia.

La PKU è causata da un’ampia gamma di mutazioni nel gene PAH (12q22-q24.2), che codifica per la fenilalanina idrossilasi.Sono state descritte mutazioni non nel gene PAH che causano una condizione nota come l’iperfenilalaninemia da deficit di BH4 (si veda questo termine).

La frequenza delle mutazioni varia tra i diversi gruppi etnici. I livelli più bassi o l’assenza dell’enzima fenilalanina idrossilasi determinano sintomi clinici che sono secondari all’accumulo tossico di fenilalanina nel sangue e nel cervello.

Metodi diagnostici.

La malattia è di solito diagnosticata durante gli screening neonatali.

Diagnosi differenziale.

La PKU deve essere distinta dal deficit di tetraidrobiopterina.

Consulenza genetica.

La trasmissione è autosomica recessiva. La consulenza genetica è consigliata ai familiari dei pazienti affetti.

Presa in carico e trattamento.

Il trattamento di elezione per le forme che richiedono una terapia consiste nella dieta a basso contenuto di fenilalanina e di aminoacidi misti.Il livello di mantenimento raccomandato è di solito tra i 120 e i 360 micromol/L nei neonati, mentre nei pazienti più grandi il trattamento è fondamentale, con valori superiori a 600 micromol/L.

Tuttavia, non esiste un consenso in merito al livello soglia della fenilalanina oltre al quale si deve avviare il trattamento e le raccomandazioni variano nei diversi paesi.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394