histats.com
giovedì, Ottobre 21, 2021
Pubblicità
HomePazientiPatologieDolore anale: cause e rimedi ad un imbarazzante disagio rettale.

Dolore anale: cause e rimedi ad un imbarazzante disagio rettale.

Che cosa causa il dolore rettale o anale? Ed è motivo di preoccupazione? Concerne il tratto inferiore dell’apparato gastrointestinale.

Il dolore rettale può riferirsi a qualsiasi dolore o disagio nell’ano, nel retto o nella parte inferiore del tratto gastrointestinale (GI). Esso è comune e le cause sono raramente gravi. Spesso deriva da un attacco di spasmi muscolari o costipazione.

A volte, il dolore rettale è accompagnato da altri sintomi.

Questi possono includere:

  • prurito;
  • punzecchio;
  • scariche diarroiche o di altri liquidi biologiche;
  • perdite ematiche lievi, moderate o abbondanti.

Continua a leggere per saperne di più su cosa può causare questi sintomi e quando consultare il medico.

Anche se a volte lesioni minori possono essere curate a casa, altre condizioni possono richiedere antibiotici o altri farmaci.

1. Lesioni minori o altri traumi.

In molti casi, traumi o lesioni al retto o all’ano derivano dal gioco anale durante il sesso o la masturbazione. Può anche derivare da una caduta particolarmente violenta o da un infortunio durante altre attività fisiche.

Oltre al dolore rettale, lesioni minori possono causare:

  • sanguinamento;
  • rigonfiamento;
  • movimenti intestinali difficili o costipazione.

2. Malattia a trasmissione sessuale (MST).

Le malattie sessualmente trasmissibili possono diffondersi dai genitali al retto o l’infezione può essere trasmessa durante il sesso anale.

Le malattie sessualmente trasmissibili che possono causare dolore rettale includono:

  • gonorrea;
  • clamidia;
  • herpes;
  • sifilide;
  • virus del papilloma umano.

Oltre al dolore rettale, le malattie sessualmente trasmissibili anali possono causare:

  • sanguinamento minore;
  • prurito;
  • dolore;
  • scarico.

3. Emorroidi.

Le emorroidi sono una causa molto comune di dolore rettale. Quasi 3 adulti su 4 sperimenteranno emorroidi nel corso della loro vita.

I sintomi che si verificano dipendono da dove si trovano le emorroidi. Le emorroidi interne possono svilupparsi all’interno del retto, ma possono sporgere attraverso il retto se sono sufficientemente grandi.

Oltre al dolore rettale, le emorroidi possono causare:

  • prurito o irritazione;
  • gonfiore intorno all’ano;
  • movimenti intestinali difficili;
  • un nodulo o una protuberanza simile a una cisti vicino all’ano.

4. Ragadi anali.

Le ragadi anali sono piccole lacrime nel tessuto sottile che riveste l’apertura del retto. Sono molto comuni, soprattutto nei neonati e nelle donne che hanno partorito.

Le fessure si sviluppano quando feci dure o grandi allungano il delicato rivestimento del retto e lacerano la pelle. Guariscono lentamente perché qualsiasi movimento intestinale può ulteriormente irritare e infiammare il tessuto.

Oltre al dolore rettale, le ragadi anali possono causare:

  • sangue rosso vivo su feci o carta igienica;
  • prurito intorno all’ano;
  • un piccolo nodulo o etichetta cutanea che si sviluppa vicino alla fessura.

5. Spasmo muscolare (proctalgia fugax).

La proctalgia fugax è un dolore rettale causato da spasmi muscolari nei muscoli rettali. È simile a un altro tipo di dolore anale causato da spasmi muscolari, la sindrome dell’elevatore.

Questa condizione colpisce il doppio delle donne di Fonte attendibile rispetto agli uomini e di solito si verifica nelle persone di età compresa tra i 30 ei 60 anni. Uno studio stima che l’8-18 percento degli americani lo sperimenta.

Oltre al dolore rettale, la proctalgia fugax può causare:

  • spasmi improvvisi e gravi;
  • spasmi che durano pochi secondi o minuti o anche di più.

6. Fistola anale.

L’ano è circondato da piccole ghiandole che secernono oli per mantenere la pelle anale lubrificata e sana. Se una di queste ghiandole si blocca, può formarsi una cavità infetta (ascesso).

Quasi la metà degli ascessi intorno all’ano si sviluppano in fistole o piccoli tunnel che collegano la ghiandola infetta a un’apertura nella pelle dell’ano.

Oltre al dolore rettale, le fistole anali possono causare:

  • gonfiore intorno all’ano e all’apertura anale;
  • movimenti intestinali difficili;
  • passaggio di sangue o pus durante i movimenti intestinali;
  • febbre.

7. Ematoma perianale

Gli ematomi perianali sono talvolta chiamati emorroidi esterne.

Un ematoma perianale si verifica quando una raccolta di sangue defluisce nei tessuti attorno all’apertura anale. Quando il sangue si accumula, provoca la formazione di un nodulo all’apertura anale.

Oltre al dolore rettale, l’ematoma perianale può causare:

  • un nodulo all’ano;
  • sanguinamento o spotting su carta velina;
  • movimenti intestinali difficili;
  • difficoltà a sedersi o camminare.

8. Sindrome dell’ulcera rettale solitaria.

La sindrome dell’ulcera rettale solitaria è una condizione che porta allo sviluppo di ulcere nel retto. Le ulcere sono piaghe aperte che possono sanguinare e drenare.

Non è chiaro quale sia la causa di questa sindrome rara, ma i ricercatori ritengono che sia correlata alla stitichezza cronica.

Oltre al dolore rettale, la sindrome dell’ulcera rettale solitaria può causare:

  • stipsi;
  • sforzandosi durante il passaggio delle feci;
  • sanguinamento o altra secrezione;
  • sensazione di pienezza o pressione nel bacino;
  • sensazione di mancato svuotamento della totalità delle feci dal retto;
  • incapacità di controllare i movimenti intestinali.

9. Emorroidi trombizzate.

Le emorroidi sono molto comuni. Occasionalmente, un coagulo di sangue può svilupparsi in un’emorroide esterna. Questo è noto come trombosi.

Il coagulo esterno può sembrare un nodulo indurito che è tenero al tatto. Sebbene questi coaguli non siano pericolosi, possono essere estremamente dolorosi.

Oltre al dolore rettale, un’emorroide trombizzata può causare:

  • prurito e irritazione intorno all’ano;
  • gonfiore o noduli intorno all’ano;
  • sanguinamento durante il passaggio delle feci.

10. Tenesmo.

Il tenesmo è un dolore rettale causato da crampi. È spesso associato a malattie infiammatorie intestinali (IBD), come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa.

Tuttavia, può verificarsi in persone a cui non è stata diagnosticata una IBD. In questi casi, la colpa può essere dovuta a disturbi specifici del movimento o della motilità del tratto gastrointestinale. I disturbi della motilità comuni sono costipazione e diarrea.

Oltre al dolore rettale, il tenesmo può causare:

  • crampi dentro e vicino al retto;
  • bisogno di evacuare anche dove aver evacuato (con più sforzi e meno quantità di feci).

11. Malattia infiammatoria intestinale (IBD).

L’IBD è un gruppo di disturbi intestinali che possono causare infiammazione, dolore e sanguinamento nel tratto digestivo, compreso il retto.

Le due IBD più comuni sono il morbo di Crohn e la colite ulcerosa (UC). Queste due condizioni colpiscono quasi 3 milioni di adulti americani.

I sintomi dell’IBD dipendono in gran parte dal tipo di IBD che hai. I sintomi possono anche cambiare nel tempo, poiché la condizione peggiora o migliora.

Oltre al dolore rettale, le MICI come il morbo di Crohn e la CU possono causare:

  • dolore addominale e crampi;
  • sangue nelle feci;
  • stipsi;
  • diarrea;
  • febbre;
  • appetito ridotto;
  • perdita di peso involontaria.

12. Proctite.

La proctite provoca infiammazione nel rivestimento del retto. Sebbene sia comune nelle persone con IBD, può colpire chiunque. Le malattie sessualmente trasmissibili possono anche causare proctite e possono anche essere il risultato della radioterapia per il cancro.

Oltre al dolore rettale, la proctite può causare:

  • diarrea;
  • sensazione di pienezza o pressione nel retto;
  • bisogno di evacuare anche dove aver evacuato (con più sforzi e meno quantità di feci);
  • sanguinamento o perdita di altri liquidi biologici.

13. Ascesso perianale o perirettale.

Il retto e l’ano sono circondati da ghiandole o cavità. Se batteri, materia fecale o corpi estranei penetrano nelle cavità, possono essere infettati e riempirsi di pus.

Se l’infezione peggiora, la ghiandola può sviluppare un tunnel attraverso il tessuto vicino e piegare una fistola.

Oltre al dolore rettale, l’ascesso perianale o perirettale può causare:

  • arrossamento della pelle intorno all’ano;
  • febbre;
  • sanguinamento;
  • gonfiore intorno all’ano e nel retto;
  • minzione dolorosa;
  • difficoltà a iniziare un flusso di urina.

14. Impatto fecale.

L’impatto fecale è un problema gastrointestinale comune che può portare a dolore rettale. La stitichezza cronica può portare a feci colpite, che è una massa di feci indurite nel retto.

Sebbene il fecaloma sia più comune negli anziani, può verificarsi a qualsiasi età.

Oltre al dolore rettale, l’impatto fecale può causare:

  • dolore addominale;
  • distensione o gonfiore nell’addome e nel retto;
  • nausea;
  • vomito.

15. Prolasso rettale.

Il prolasso rettale si verifica quando il tuo corpo perde gli attacchi che tengono in posizione il retto nel tratto gastrointestinale. Quando ciò accade, il retto può sporgere dall’ano.

Il prolasso rettale è raro. È più comune negli adulti e le donne di età superiore ai 50 anni hanno una probabilità sei volte maggiore di sviluppare questa condizione rispetto agli uomini. Tuttavia, l’età media di una donna con prolasso rettale è di 60 anni, mentre l’età è di 40 anni per gli uomini.

Oltre al dolore rettale, il prolasso rettale può causare:

  • una massa di tessuto che si estende dall’ano;
  • feci o muco che passano liberamente dall’apertura anale;
  • incontinenza fecale;
  • stipsi;
  • sanguinamento.

16. Sindrome di Levator.

La sindrome dell’elevatore (sindrome dell’elevatore dell’ano) è una condizione che causa dolore o dolore dentro e intorno all’ano. Il dolore è il risultato di spasmi muscolari nei muscoli del pavimento pelvico.

Sebbene le donne abbiano maggiori probabilità di essere colpite, è ancora possibile per gli uomini sviluppare la sindrome.

Oltre al dolore rettale, la sindrome dell’elevatore può causare:

  • dolore sul lato sinistro dell’addome;
  • dolore alla vagina;
  • gonfiore;
  • dolore alla vescica;
  • dolore durante la minzione;
  • incontinenza urinaria;
  • rapporto doloroso.

Può essere un tumore?

I tumori dell’ano, del colon-retto e del colon sono generalmente indolori all’inizio. In effetti, potrebbero non causare alcun sintomo. I primi segni di dolore o disagio possono manifestarsi se i tumori diventano abbastanza grandi da spingere sui tessuti o su un organo.

I sintomi più comuni del cancro del retto includono sanguinamento rettale, prurito e sensazione di un nodulo o di una massa vicino all’apertura anale.

Ma questi sintomi sono più comunemente causati da altre condizioni, inclusi ascessi ed emorroidi. In caso di dubbi, è sempre consigliabile consultare il proprio medico. Possono valutare i tuoi sintomi e consigliarti sui passaggi successivi.

Meglio chiedere al Medico di fiducia.

Il dolore rettale occasionale è raramente motivo di preoccupazione immediata. Ma se provi regolarmente dolore rettale è sempre una buona idea fissare un appuntamento per vedere il tuo medico.

Dovresti consultare subito il tuo medico se soffri di dolore rettale che peggiora o si diffonde nella metà inferiore del tuo corpo.

Dovresti anche assolitamente consultare il tuo medico se hai:

  • febbre;
  • brividi;
  • perdite anali di liquidi biologici indefiniti;
  • sanguinamento costante.

Leggi anche:

Emorroidi: cause, sintomi e trattamento.

Diarrea: cause, sintomi e trattamenti.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

3 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394