histats.com
sabato, Luglio 31, 2021
Pubblicità
HomePazientiPatologieChetoni: cosa sono, a cosa servono, valori delle urine. Tutto sui corpi...

Chetoni: cosa sono, a cosa servono, valori delle urine. Tutto sui corpi chetonici.

Chetoni: cosa sono? A che cosa servono? Quali sono i valori corretti nelle urine? Tutto sui corpi chetonici.

I chetoni o corpi chetonici sono tre composti normalmente presenti nel sangue in piccole quantità.

Questi composti, sintetizzati dalla cellula epatica in caso di eccesso di acetil-CoA, sono l’acetone, l’acido acetoacetico e l’acido β-idrossibutirrico. La loro concentrazione plasmatica è definita chetonemia.

Chetogenesi.

La via sintetica che porta alla formazione dei corpi chetonici a partire dall’acetil-CoA si chiama chetogenesi.

La chetogenesi costituisce una via per ridurre il consumo di proteine utilizzate per la gluconeogenesi in caso di digiuno prolungato e per fornire energia al SNC sotto forma di beta-idrossibutirrato e acetoacetato.

A cosa servono?

L’acetoacetato e il D-Beta-idrossibutirrato possono essere ossidati nel ciclo dell’acido citrico per produrre energia in tessuti come, ad esempio: il muscolo scheletrico, la corteccia renale e il cuore.

Anche il cervello in condizioni di digiuno prolungato, ossia quando il glucosio è scarsamente disponibile, può adattarsi a utilizzare i corpi chetonici (escluso l’acetone) come riserva energetica.

Sono quindi usati come fonte di energia in molti tessuti con l’eccezione del fegato in quanto mancante dell’enzima tioforasi anche chiamato β-chetoacil-CoA transferasi.

L’acetone, a differenza degli altri due corpi chetonici, è prodotto in piccole quantità ed eliminato direttamente con la respirazione (per questo in taluni casi può costituire un indice patologico).

La produzione e l’esportazione dei corpi chetonici consente di continuare l’ossidazione degli acidi grassi quando l’acetil-coA non viene ossidato nel ciclo di Krebs.

Squilibrio dei corpi chetonici.

Lo squilibrio nella presenza ematica di corpi chetonici è di notevole rilevanza in eventi fisiologici e patologici.

I corpi chetonici possono accumularsi ad esempio durante il digiuno e negli individui affetti da diabete mellito.

L’accumulo di corpi chetonici viene definito chetosi.

Nel corso del digiuno prolungato, la gluconeogenesi porta alla sottrazione di intermedi al ciclo di Krebs, in particolare l’ossalacetato, indirizzando l’acetil-CoA verso la produzione dei corpi chetonici.

Il diabete mellito, se non trattato, è caratterizzato da una concentrazione insufficiente di insulina o da un malfunzionamento dei recettori per quest’ormone, tale da impedire ai tessuti di internalizzare e usare il glucosio presente nel sangue.

Di conseguenza il malonil-CoA non è prodotto e la carnitina palmitoil-transferasi (CPT; fonte: wikipedia.it) non viene inibita favorendo quindi il trasporto degli acidi grassi nel mitocondrio e la loro ossidazione.

Valori nelle urine.

La comparsa di corpi chetonici (acido acetacetico, acido beta-idrossibutirrico e acetone) nelle urine coincide con l’aumento di queste sostanze nel sangue (chetonemia; fonte: my-personaltrainer.it), condizione che si instaura quando la capacità dei tessuti di metabolizzare rapidamente i corpi chetonici si riduce.

I chetoni nell’urina possono dare un’indicazione precoce di carenza di insulina in una persona affetta da diabete. L’esercizio fisico intenso, l’esposizione al freddo e la perdita di carboidrati, che avviene, ad esempio, col vomito frequente, possono aumentare il metabolismo dei grassi, portando a chetonuria.

Normalmente, la quantità di corpi chetonici nelle urine è molto bassa, tanto da non essere dosabile con le tecniche usuali.
I valori di riferimento sono:

  • Assente: in un campione di urina estemporaneo, ossia prelevato in un singolo momento della giornata;
  • 30-70 mg: nelle urine delle 24 ore.

Il risultato può essere espresso in milligrammi di corpi chetonici per decilitro di urina (mg/dl).

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394