histats.com
venerdì, Ottobre 22, 2021
Pubblicità
HomeConcorsi InfermieriAppunti Concorsi InfermieriMenarca: quando il primo periodo mestruale ti fa donna.

Menarca: quando il primo periodo mestruale ti fa donna.

Oggi parliamo di Menarca, ovvero del primo periodo mestruale nell’adolescente che sta per diventare donna.

Il menarca è il verificarsi di un primo periodo mestruale nell’adolescente femminile. Le mestruazioni sono lo spargimento mensile dello strato funzionale del rivestimento endometriale uterino che si verifica quando l’ovulazione non è seguita dalla fecondazione.

Si verifica circa ogni 28 giorni, con un intervallo da ogni 21 a ogni 45 giorni. L’età media di insorgenza del menarca è di 12,4 anni.

La maggior parte dei periodi mestruali dura tra 3 e 7 giorni e le mestruazioni che durano più di 10 giorni sono considerate anormali.

Il Menarca segnala la maturazione del corpo femminile dell’adolescente. È comunemente associato alla capacità di ovulare e riprodursi. Tuttavia, la comparsa del menarca non garantisce né l’ovulazione né la fertilità.

Non preoccupatevi.

Il menarca si verifica nel contesto di un asse ipotalamo-ipofisi-ovaio (HPO) in fase di maturazione.

Si basa sui seguenti processi:

  • normale funzione ipotalamica e ipofisaria;
  • normale anatomia riproduttiva femminile;
  • normale alimentazione;
  • assenza generale di altre malattie croniche intervenute.

È un indicatore della normale salute e benessere riproduttivo femminile.

La maggior parte delle donne riconosce il menarca come la dichiarazione critica di fertilità del proprio corpo.

L’amenorrea.

L’assenza di periodi mestruali normali, non legati alla gravidanza, è chiamata amenorrea.

L’amenorrea primaria è la completa assenza di mestruazioni entro i 15 anni di età.

L’amenorrea secondaria è la cessazione delle mestruazioni per 3 mesi o più dopo che è iniziata. Nei primi 2-3 anni dopo l’inizio iniziale delle mestruazioni, è comune che si verifichino cicli irregolari, con gli adolescenti che spesso hanno diversi mesi di mestruazioni mancate.

Molti di questi cicli irregolari possono non essere regolatori a causa della scarsa regolazione precoce delle interazioni ormonali tra ormoni ipotalamici, ipofisari e gonadici.

Monitorare le mestruazioni su un calendario cartaceo o utilizzare un’app per smartphone può essere utile per determinare se i periodi mestruali stanno diventando più regolari per gli adolescenti e anche per prevedere quando è più probabile che si verifichi l’ovulazione.

Le informazioni che daremo possono essere utilizzate sia per la pianificazione della gravidanza che per la prevenzione della gravidanza (ma devono essere intese come puramente indicative, occorre rivolgersi per questo sempre al Ginecologo).

Lo sviluppo della futura donna.

L’età media del menarca è di 12,4 anni ma varia in base all’origine etnica o razziale.

Questa età è diminuita negli ultimi 100 anni ed è spesso attribuita a miglioramenti nella nutrizione di bambini e adolescenti.

Anche gli ormoni esogeni nella dieta possono contribuire a questo inizio precoce del menarca. L’età media del menarca per i caucasici è generalmente leggermente più tarda rispetto alle altre razze.

Il menarca si verifica più comunemente nella valutazione della maturità sessuale (SMR), o stadio di Tanner, IV.

È anormale che il menarca si manifesti prima della comparsa dello sviluppo sessuale secondario.

Abuso sessuale, traumi genitali, tumori o disturbi emorragici dovrebbero essere fortemente considerati nella diagnosi differenziale delle donne in età prepuberale e che soffrono di sanguinamento vaginale.

Il menarca è generalmente considerato precoce se si manifesta prima dei 9 anni di età e tardivo se si verifica dopo i 15 anni. Il menarca è considerato ritardato se c’è un intervallo di più di 5 anni tra l’inizio dello sviluppo del seno (seno SMR II o gemme mammarie) e le prime mestruazioni. Il menarca si verifica durante un periodo di pubertà associato a una rapida velocità di crescita. In genere, le femmine adolescenti che soffrono di menarca non sono ovulatorie ad ogni ciclo nel primo anno. Si stima che la maggior parte avrà cicli ovulatori entro 5 anni dal menarca.

L’imene imperforato è l’anomalia congenita del tratto genitale più comune nelle femmine con prevalenza compresa tra 1/1000 e 1 / 10.000.

Può essere notato alla nascita, poiché l’imene estrogenizzato nel periodo neonatale è spesso immediatamente evidente.

L’assenza di un normale utero o vagina, dovuta ad agenesia mulleriana o sindrome di Mayer-Rokitansky-Kuster-Hauser, ha un’incidenza di circa 1/4500 femmine e spesso non viene diagnosticata fino a quando un paziente non presenta l’assenza di menarca.

Altre anomalie ormonali complesse come la sindrome da insensibilità agli androgeni possono presentarsi con lo sviluppo femminile esterno e l’amenorrea primaria.

Lo sviluppo anormale delle gonadi femminili a causa della sindrome di Turner può anche portare ad agenesia ovarica e mestruazioni assenti.

Tutta colpa degli Ormoni.

Il menarca è il risultato di complesse interazioni tra gli ormoni:

  • ipotalamici;
  • ipofisari;
  • ovarici.

Può anche essere influenzato dagli ormoni tiroidei, surrenali e pancreatici.

Gli ormoni tiroidei sono necessari per le mestruazioni normali e la loro carenza o eccesso può inibire il menarca o portare ad anomalie nei modelli mestruali esistenti.

Androgeni surrenali o insulina anormalmente elevati possono influenzare la normale produzione di estrogeni ovarici, oltre a diminuire la normale produzione ipofisaria di ormone luteinizzante.

Una bassa adiposità può inibire il menarca normale e si stima che un grasso corporeo minimo del 17% sia necessario per il menarca, con il 22% di grasso corporeo necessario per mantenere le mestruazioni normali.

L’ormone leptina sembra avere un ruolo anche nel mantenimento dei normali cicli mestruali. Lo stress e l’obesità sembrano essere predittori del menarca precoce.

Menarca come indicatore chiaro di fertilità nella donna.

Le normali mestruazioni sono un indicatore di fertilità e capacità riproduttiva. La sua assenza dovrebbe segnalare al fornitore di valutare la patologia.

Cosa accade nel corpo della futura donna.

La produzione ipotalamica pulsatile dell’ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH) durante la pubertà stimola la produzione ipofisaria dell’ormone follicolo stimolante (FSH) e dell’ormone luteinizzante (LH).

Questo pattern di secrezione pulsatile sembra essere necessario poiché la secrezione continua di GnRH, o dei suoi analoghi sintetici, inibisce la produzione ipofisaria di FSH e LH e ritarda il menarca.

Questo può essere usato dal punto di vista medico per ritardare la pubertà nei bambini con pubertà precoce. L’FSH e l’LH, a loro volta, stimolano un aumento della produzione ovarica di estrogeni, principalmente estradiolo e androgeni.

L’estradiolo promuove la maturazione dei follicoli ovarici, con un follicolo che guadagna il dominio durante ogni ciclo mestruale.

L’aumento dei livelli di estrogeni stimola la proliferazione dell’endometrio uterino e alla fine causa un aumento della produzione di LH da parte dell’ipofisi.

Questo picco di LH provoca l’ovulazione o la rottura del follicolo ovarico dominante.

Test correlati al Menarca.

In pazienti con anatomia normale e sviluppo ritardato, la valutazione degli ormoni ovarici e ipofisari, inclusi gli androgeni, può essere utile per fare una diagnosi.

I tumori ipofisari, il più delle volte adenomi, possono causare amenorrea e possono essere associati a livelli elevati di prolattina e galattorrea, nonché a reperti fisici che possono includere secrezione mammaria, mal di testa e alterazioni della vista.

Nell’amenorrea primaria, i livelli di estradiolo sono utili per misurare la funzione ovarica. Se i livelli di estradiolo sono bassi, i test riflessivi di FSH e LH distingueranno tra insufficienza ovarica primaria (FSH / LH elevato) e insufficienza ovarica secondaria (FSH / LH basso o non misurabile, insufficienza ipofisaria).

Se ci sono prove di irsutismo o acne durante un esame, il test dei livelli di androgeni, inclusi testosterone libero e totale, DHEA-S e 17-idrossiprogesterone, aiuterà a escludere tumori che secernono androgeni e iperplasia surrenale congenita come causa.

Possono anche aiutare a confermare una diagnosi di sindrome dell’ovaio policistico (PCOS).

Va sottolineato che l’assenza di menarca può verificarsi a causa della gravidanza e l’esclusione di una gravidanza è essenziale nella valutazione.

Occhio alla Fisiopatologia.

La PCOS è una condizione comune che colpisce dal 6% all’8% della popolazione femminile. Coinvolge la disregolazione dell’asse HPO e spesso causa amenorrea.

Le complicanze della PCOS includono obesità, diabete mellito di tipo 2 e infertilità. È curabile, ma non curabile.

La sindrome genetica più comune associata all’amenorrea nelle donne adolescenti è la sindrome di Turner.

Nelle donne sane e mature che non sono in terapia ormonale, si consiglia di avere un minimo di tre o quattro periodi mestruali all’anno per promuovere un endometrio sano e ridurre il rischio di cancro dell’endometrio.

Il Menarca visto dal punto di vista clinico.

I problemi anatomici che portano all’amenorrea di solito possono essere diagnosticati da un’anamnesi completa e da un attento esame visivo dei genitali esterni e dall’esame manuale degli organi riproduttivi della paziente adolescente.

Per legge, è importante che i medici registrino una storia in privato e mantengano la riservatezza quando possibile. È anche importante spiegare l’esame in dettaglio e fornire un accompagnatore durante l’esame, specialmente quando il professionista è maschio.

Il menarca può essere ritardato negli adolescenti con una massa corporea molto bassa a causa della fame, del malassorbimento oa causa di un disturbo alimentare come l’anoressia nervosa. Il menarca può essere ritardato nelle femmine in via di sviluppo normale a causa di anomalie del tratto genito-urinario femminile.

Le femmine con un imene imperforato possono presentare un menarca ritardato e spesso avranno una storia di dolore addominale o pelvico ciclico ricorrente. All’esame, hanno spesso un imene sporgente e di colore bluastro. Un esame manuale degli organi riproduttivi può rivelare una sacca vaginale cieca in pazienti con agenesia di Muller.

L’ecografia può essere utilizzata per confermare problemi anatomici, oppure l’ecografia può essere utilizzata in pazienti che non sono disposti a sottoporsi a un esame manuale dei loro organi riproduttivi interni.

Il trattamento per l’amenorrea persistente dipende dall’eziologia.

Servizio realizzato da Amy E. Lacroix, Hurria Gondal e Michelle D. Langaker

Bibliografia.

  • Rosner J, Samardzic T, Sarao MS. StatPearls [Internet]. StatPearls Publishing; Treasure Island (FL): Oct 6, 2020. Physiology, Female Reproduction. [PubMed]
  • Petry CJ, Ong KK, Hughes IA, Acerini CL, Dunger DB. Age at Menarche and Blood Pressure in Pregnancy. Pregnancy Hypertens. 2019 Jan;15:134-140. [PMC free article] [PubMed]
  • Zhang Z, Hu X, Yang C, Chen X. Early age at menarche is associated with insulin resistance: a systemic review and meta-analysis. Postgrad Med. 2019 Mar;131(2):144-150. [PubMed]
  • Kendel NE, Haamid FW, Christian-Rancy M, O’Brien SH. Characterizing adolescents with heavy menstrual bleeding and generalized joint hypermobility. Pediatr Blood Cancer. 2019 Jun;66(6):e27675. [PubMed]
  • Carlson LJ, Shaw ND. Development of Ovulatory Menstrual Cycles in Adolescent Girls. J Pediatr Adolesc Gynecol. 2019 Jun;32(3):249-253. [PMC free article] [PubMed]
  • Coast E, Lattof SR, Strong J. Puberty and menstruation knowledge among young adolescents in low- and middle-income countries: a scoping review. Int J Public Health. 2019 Mar;64(2):293-304. [PMC free article] [PubMed]
  • Marnach ML, Laughlin-Tommaso SK. Evaluation and Management of Abnormal Uterine Bleeding. Mayo Clin Proc. 2019 Feb;94(2):326-335. [PubMed]
  • Dunneram Y, Greenwood DC, Cade JE. Diet, menopause and the risk of ovarian, endometrial and breast cancer. Proc Nutr Soc. 2019 Aug;78(3):438-448. [PubMed]
  • De Sanctis V, Rigon F, Bernasconi S, Bianchin L, Bona G, Bozzola M, Buzi F, De Sanctis C, Tonini G, Radetti G, Perissinotto E. Age at Menarche and Menstrual Abnormalities in Adolescence: Does it Matter? The Evidence from a Large Survey among Italian Secondary Schoolgirls. Indian J Pediatr. 2019 Jan;86(Suppl 1):34-41. [PubMed]
  • Calthorpe L, Brage S, Ong KK. Systematic review and meta-analysis of the association between childhood physical activity and age at menarche. Acta Paediatr. 2019 Jun;108(6):1008-1015. [PMC free article] [PubMed]
  • Kamboj MK, Bonny AE. Polycystic ovary syndrome in adolescence: diagnostic and therapeutic strategies. Transl Pediatr. 2017 Oct;6(4):248-255. [PMC free article] [PubMed]
  • Zhang C. The Roles of Different Stem Cells in Premature Ovarian Failure. Curr Stem Cell Res Ther. 2020;15(6):473-481. [PubMed]

Leggi anche:

Ciclo mestruale. Fasi, come gestirlo, menarca. Tutto quel che c’è da sapere.

Menopausa: tutto quello che devi sapere.

Imene: funzioni di una membrana che da sola non è in grado di evitare gravidanze.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

4 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394