Mammografia: cos’è, a cosa serve e quando fare l’esame

Mammografia: tutto sull'esame della mammella

Prevenzione importante per il cancro della mammella

La mammografia è una radiografia eseguita mentre il seno è compresso tra due lastre, al fine di individuare la presenza di formazioni potenzialmente tumorali. L’indicazione alla mammografia può seguire alla palpazione di un nodulo in una mammella o a segnali che richiedono un approfondimento diagnostico.

La mammografia è inoltre effettuata come test di screening di popolazione per cercare di scoprire eventuali tumori prima che si manifestino.

E’ un test che non presenta controindicazioni, e per le donne sotto i 40-45 anni di età, potrebbe risultare poco efficace per l’alta densità della ghiandola mammaria rispetto a una ecografia.

Può essere anche eseguito, dagli uomini, ma visto la rarità dell’ insorgenza di un carcinoma mammario rispetto alla donna non è effettuato come screening di massa.

Non necessita, di preparazione per l’esecuzione dell’esame ed è consigliabile secondo gli utlimi studi effettuarla prima del ciclo mestruale.

Non necessita di somministrazioni di mezzi di contrasto e non essendo una procedura invasiva, non viene consigliato l’accompagnamento di un’altra persona, se non in casi eccezionali di disabilità della paziente.

L’esame dura circa 5-10 minuti, può risultare leggermente fastidioso per una frazione di tempo, necessario per comprimere il seno tra le due piastre, la paziente può tornare subito a casa o nel caso tornare subito nel proprio ambiente lavorativo.

Infine per la breve esposizione ai raggi X, non ci sono effetti collaterali evidenziati nella letteratura.

Potrebbe interessarti...