zoloft
Pubblicità

Zoloft: a cosa serve? quali indicazioni e quali effetti collaterali? Si può usare in gravidanza? Tutto sulla sertralina.

Zoloft: tutto sulla sertralina.

Zoloft contiene il principio attivo sertralina. La sertralina appartiene ad un gruppo di medicinali denominati Inibitori Selettivi della Ricaptazione della Serotonina (SSRI); questi medicinali vengono utilizzati per trattare la depressione e o i disturbi d’ansia.

Zoloft: indicazione.

Zoloft può essere utilizzato per trattare le seguenti condizioni:

  • Depressione e prevenzione della ricorrenza della depressione (negli adulti).
  • Disturbo da ansia sociale (negli adulti).
  • PTSD (Disturbo post-traumatico da stress, negli adulti).
  • Disturbo da attacchi di panico (negli adulti).
  • Disturbo ossessivo-compulsivo (OCD, negli adulti e nei bambini e adolescenti di età compresa tra 6 e 17 anni).

Controindicazioni.

  • Epilessia o storia di convulsioni. In caso di attacco epilettico (convulsioni), contatti immediatamente il medico.
  • Se ha sofferto di disturbi maniaco-depressivi (disturbi bipolari) o schizofrenia. In caso di episodio maniacale, contatti immediatamente il medico.
  • Se pensa o ha pensato di volersi fare del male o di uccidersi (vedere di seguito – Pensieri suicidari e peggioramento della depressione o del disturbo d’ansia).
  • Sindrome serotoninergica. In rari casi questa sindrome può verificarsi quando si assumono alcuni medicinali insieme alla sertralina.
  • Se ha bassi livelli di sodio nel sangue, perché questa condizione può verificarsi a seguito del trattamento con Zoloft. Deve inoltre informare il medico se sta assumendo alcuni medicinali per l’ipertensione, perché anche questi medicinali possono alterare i livelli di sodio nel sangue.
  • Malattia del fegato: il medico può decidere di prescriverle una dose più bassa di Zoloft.
  • Diabete: i livelli di glucosio nel sangue possono essere alterati a causa del trattamento con Zoloft e può essere necessario modificare la dose dei medicinali per il diabete.
  • Se ha sofferto di problemi di sanguinamento o se ha assunto medicinali che rendono più fluido il sangue o che possono aumentare il rischio di sanguinamento.
  • Bambini o adolescenti di età inferiore a 18 anni. Zoloft deve essere utilizzato solo per trattare i bambini e gli adolescenti di età compresa tra 6 e 17 anni che soffrono di disturbo ossessivo- compulsivo (OCD). In caso il bambino o l’adolescente fosse in trattamento per questo disturbo, il medico vorrà controllarlo attentamente (vedere di seguito Uso nei bambini e negli adolescenti).
  • Se è sottoposto a terapia elettroconvulsivante (ECT).
  • In caso di problemi agli occhi, come certi tipi di glaucoma (aumento della pressione nell’occhio).

Uso dello Zoloft nei bambini e negli adolescenti.

La sertralina non deve essere abitualmente utilizzata nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni, ad eccezione dei pazienti con Disturbo Ossessivo-Compulsivo (OCD).

Gravidanza, allattamento e fertilità.

La sicurezza della sertralina non è stata completamente stabilita nelle donne in gravidanza.

La sertralina deve essere somministrata alle donne in gravidanza solo se il medico ritiene che il beneficio per la madre supera qualsiasi possibile rischio per lo sviluppo del feto.

In caso di donna in età fertile in trattamento con sertralina, deve fare uso di un metodo di contraccezione affidabile (come la pillola contraccettiva).

Quando assunti in gravidanza, in particolare durante gli ultimi tre mesi, i medicinali come Zoloft possono aumentare il rischio di una condizione grave nei neonati chiamata ipertensione polmonare persisistente nel neonato (PPHN). Tale condizione causa una respirazione veloce nel neonato e un colore bluastro. Tali sintomi iniziano generalmente nelle prime 24 ore dopo i lparto.

Zoloft e assunzione eccessiva.

Se incidentalmente prende una dose eccessiva di Zoloft contatti subito il medico o si rechi al pronto soccorso più vicino. Porti sempre con sé una confezione del medicinale, sia che contenga o meno del medicinale.

I sintomi del sovradosaggio possono includere sonnolenza, nausea e vomito, battito del cuore accelerato, tremori, agitazione, capogiri e in rari casi perdita di coscienza.

Effetti indesiderati.

Effetti indesiderati molto comuni (si verificano in più di 1 paziente su 10):

Insonnia, capogiri, sonnolenza, mal di testa, diarrea, nausea, secchezza della bocca, assenza di eiaculazione, affaticamento.

Effetti indesiderati comuni (possono interessare fino a 1 persona su 10)

  • Mal di gola, anoressia, aumento dell’appetito,
  • depressione, sentirsi strani, incubi, ansia, agitazione, nervosismo, ridotto interesse sessuale, digrignamento dei denti,
  • intorpidimento e formicolio, tremori, tensione muscolare, alterazione del gusto, mancanza di attenzione,
  • disturbi della vista, ronzio alle orecchie,
  • palpitazioni, vampate di calore, sbadigli,
  • dolore addominale, vomito, stipsi, disturbi dello stomaco, aria nello stomaco,
  • eruzione cutanea, aumento della sudorazione, dolore muscolare, disfunzione sessuale, disfunzione erettile, dolore al torace.

Effetti indesiderati non comuni (possono interessare fino a 1 persona su 100):

  • Torace freddo, naso gocciolante,
  • ipersensibilità,
  • bassi livelli di ormoni tiroidei,
  • allucinazioni, sensazione di eccessiva felicità, mancanza di cura della persona, pensieri alterati, aggressività,
  • convulsioni, contrazioni involontarie dei muscoli, alterazione della coordinazione, movimenti eccessivi, amnesia, riduzione delle sensazioni, disturbi del discorso, vertigini quando ci si alza in piedi, svenimenti, emicrania,
  • dilatazione delle pupille,
  • dolore alle orecchie, battito del cuore accelerato, pressione del sangue alta, rossore al viso,
  • difficoltà della respirazione, possibile sibilo respiratorio, respiro corto, sanguinamento dal naso,
  • infiammazione dell’esofago, difficoltà della deglutizione, emorroidi, aumento della salivazione, disturbi alla lingua, eruttazione,
  • gonfiore agli occhi, formazione di macchie rosse sulla pelle, edema del viso, perdita di capelli, sudori freddi, secchezza della pelle, orticaria, prurito,
  • osteoartrosi, debolezza muscolare, mal di schiena, contrazioni muscolari,
  • minzione notturna, incapacità ad urinare, aumento della quantità di urina, aumento della frequenza urinaria, problemi ad urinare, incontinenza urinaria,
  • emorragia vaginale, disfunzione sessuale, disfunzione sessuale femminile, irregolarità mestruali, gonfiore alle gambe, brividi, febbre, debolezza, sete, aumento dei livelli degli enzimi epatici, riduzione di peso, aumento di peso.

Effetti indesiderati rari (possono interessare fino a 1 persona su 1.000):

  • problemi all’intestino, infezioni alle orecchie, cancro, gonfiore delle ghiandole, livelli elevati di colesterolo, livelli bassi di zuccheri nel sangue,
  • sintomi fisici dovuti allo stress o alle emozioni, dipendenza da farmaco, disturbi psicotici, paranoia, pensieri suicidi, sonnambulismo, eiaculazione precoce,
  • reazione allergica grave,
  • coma, movimenti anomali, difficoltà nel movimento, aumento delle sensazioni, disturbi del sensorio,
  • glaucoma, problemi di lacrimazione, formazione di macchie sull’occhio, visione doppia, fastidio alla luce, presenza di sangue nell’occhio,
  • problemi nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue (diabete),
  • attacco di cuore, battito del cuore rallentato, problemi al cuore, scarsa circolazione di sangue alle braccia e alle gambe, chiusura della gola, respiro accelerato, respiro rallentato, difficoltà nel parlare, singhiozzi,
  • sangue nelle feci, dolore alla bocca, ulcerazione della lingua, disturbi ai denti, problemi alla lingua, ulcerazione della bocca, problemi di funzionalità epatica,
  • problemi della pelle con formazione di vescicole, infiammazione dei follicoli dei capelli, alterazione della struttura dei capelli, alterazione dell’odore della pelle, disturbi alle ossa,
  • riduzione della minzione, difficoltà iniziale alla minzione, sangue nelle urine,
  • eccessivo sanguinamento vaginale, secchezza dell’area vaginale, pene e prepuzio arrossati e doloranti, perdite genitali, erezione prolungata, secrezione dal seno,
  • ernia, ridotta tolleranza al medicinale, difficoltà nella deambulazione, alterazione del liquido seminale, aumento dei livelli di colesterolo nel sangue, ferite, procedura di rilassamento dei vasi sanguigni,
  • Come riporta my-personaltrainer.it, casi di pensiero suicida e comportamenti suicidi sono stati riportatiin pazienti in trattamento con sertralina o subito dopo interruzione del trattamento.

2 COMMENTS

Comments are closed.