histats.com
venerdì, Marzo 1, 2024
HomePazientiFarmaciSereprile: indicazione, effetti collaterali ed uso in gravidanza del Triapide Cloridrato.

Sereprile: indicazione, effetti collaterali ed uso in gravidanza del Triapide Cloridrato.

Pubblicità

Sereprile: principio attivo, indicazione, effetti collatorali. Quali sono le proprietà del Triapide Cloridrato?

Sereprile è un farmaco a base del principio attivo Tiapride Cloridrato, appartenente alla categoria degli Antipsicotici benzamidici e nello specifico Benzamidi.

Indicazioni.

  • Corea Grave nella malattia di Huntington;
  • Disturbi del comportamento con agitazione ed ansia nell’etilismo acuto e cronico e nell’anziano.

Controindicazioni.

  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
  • Concomitanti tumori prolattino-dipendenti (es. prolattinomi della ghiandola pituitaria) e cancro del seno.
  • Feocromocitoma: in pazienti con feocromocitoma sono stati segnalati gravi episodi di ipertensione durante il trattamento con antidopaminergici, includendo alcune benzamidi. Pertanto la prescrizione del farmaco è controindicata in pazienti con feocromocitoma, accertato o presunto.
  • Associazione con levodopa o altri farmaci dopaminergici.

Effetti indesiderati.

Fogliettoillustrativo.net li divide in 3 gruppi:

NEUROLOGICI: sonnolenza; discinesie precoci (torcicollo spasmodico, crisi oculogire, trisma) controllabili con un antiparkinsoniano anticolinergico; sindromi extrapiramidali parzialmente sensibili agli antiparkinsoniani anticolinergici; discinesie tardive che al pari di altri neurolettici possono comparire durante trattamenti a lungo termine; tali discinesie sono insensibili e possono aggravarsi con farmaci antiparkinsoniani anticolinergici, che li possono aggravare.

VEGETATIVI: ipotensione ortostatica.

ENDOCRINI E METABOLICI: impotenza; frigidita’; amenorrea; galattorrea; ginecomastia; iperprolattinemia; aumento ponderale potenzialmente significativo.

Gravidanza e allattamento.

Non prenda Sereprile se è in gravidanza, se non su espressa indicazione del medico che, se necessario,
potrà continuare la terapia durante l’intera gravidanza.

I medicinali della stessa classe di Sereprile (neurolettici) somministrati per iniezione, che vengono usati in
situazioni di emergenza, possono causare abbassamento della pressione (ipotensione) materna.

Se Sereprile venisse assunto durante la gravidanza il neonato potrebbe manifestare effetti indesiderati e deve essere adeguatamente controllato dal medico.

Non deve prendere Sereprile se sta allattando al seno perché potrebbe essere escreto nel latte materno

RELATED ARTICLES

8 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394