prozac
Pubblicità

Prozac: Cos’è? A cosa serve? Qual’è il suo principio attivo? Effetti collaterali e uso in gravidanza della Fluoxetina, farmaco antidepressivo.

Prozac: tutto sulla Fluoxetina.

Principio Attivo e utilità.

Prozac contiene fluoxetina che appartiene ad un gruppo di medicinali chiamato antidepressivi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI).

Questo medicinale è utilizzato per trattare sia adulti che bambini, utile nelle seguenti condizioni:

Indicazione nell’adulto.

  • Episodi di depressione maggiore;
  • Disturbo ossessivo compulsivo;
  • Bulimia nervosa: Prozac è usato insieme alla psicoterapia per la riduzione delle abbuffate e delle condotte di eliminazione.

Indicazione nel bambino (sempre sopra gli 8 anni di età).

  • Disturbo depressivo maggiore di grado da moderato a grave, se la depressione non risponde alla psicoterapia dopo 4-6 sedute.

Prozac deve essere proposto ad un bambino o ad una persona giovane con disturbo depressivo maggiore da moderato a grave solo in associazione con la psicoterapia.

Controindicazioni al Prozac.

Non prenda Prozac se:

  • É allergico (ipersensibile) alla fluoxetina o ad uno qualsiasi degli eccipienti di Prozac.
  • Se presenta una eruzione cutanea od altre reazioni allergiche (in tal caso interrompa subito l’assunzione delle compresse e contatti immediatamente il medico).
  • Sta assumendo altri medicinali noti come inibitori non selettivi della monoamino ossidasi o inibitori reversibili della monoamino ossidasi di tipo A (IMAO), poichè possono verificarsi reazioni gravi o anche letali. Il trattamento con Prozac deve essere iniziato almeno 2 settimane dopo l’interruzione del trattamento con un IMAO irreversibile (come ad esempio tranilcipromina).

Occorre inoltre fare molta attenzione con Prozac in caso di:

  • epilessia o crisi convulsive;
  • se ha o ha avuto in passato episodi di mania; se ha un episodio di mania;
  • diabete;
  • problemi al fegato;
  • problemi al cuore;
  • bassa frequenza cardiaca a riposo;
  • glaucoma;
  • trattamento in atto con diuretici;
  • trattamento con ECT (terapia elettroconvulsiva);
  • storia di alterazioni del sanguinamento o comparsa di lividi o di un insolito sanguinamento;
  • trattamento in atto con medicinali che migliorano la fluidità del sangue;
  • trattamento in atto con tamoxifene;
  •  inizia a sentirsi irrequieto e non riesce a stare seduto o a stare fermo (acatisia);
  • comparsa di febbre, rigidità muscolare o tremore, modificazioni dello stato mentale come stato confusionale, irritabilità ed agitazione estrema;

Effetti del Prozac su gravidanza, allattamento, fertilità.

Gravidanza.

Informi il medico non appena possibile se è o potrebbe essere in gravidanza, o se sta pianificando una gravidanza.

In neonati le cui madri hanno assunto fluoxetina durante i primi mesi di gravidanza, ci sono stati alcuni studi che suggeriscono un aumentato rischio di difetti congeniti che interessano il cuore.

Secondo My-personaltrainer.it, nella popolazione generale, circa 1 neonato su 100 è nato con un difetto cardiaco. Questo dato è aumentato fino a circa 2 neonati su 100 nelle madri che hanno assunto fluoxetina.

A seconda delle circostanze, il medico può suggerire che sia meglio per lei continuare ad assumere Prozac.

Quando assunti in gravidanza, specialmente negli ultimi 3 mesi di gravidanza, medicinali come il Prozac possono aumentare il rischio di comparsa di una grave condizione nei neonati, chiamata ipertensione polmonare persistente del neonato (PPHN), che comporta che il neonato presenti un respiro accelerato ed un colorito bluastro.

Questi sintomi generalmente si manifestano durante le prime 24 ore successive alla nascita. Se questo accade al neonato, contatti immediatamente l’ostetrica ed il medico.

Si raccomanda cautela soprattutto durante il periodo terminale della gravidanza o appena prima del parto poichè nei neonati sono stati riportati i seguenti effetti: irritabilità, tremore, debolezza muscolare, pianto persistente, difficoltà a succhiare o a dormire.

Allattamento al seno.

Fluoxetina viene eliminata nel latte materno e può causare nei neonati effetti indesiderati. L’allattamento al seno deve essere effettuato solo se chiaramente necessario. Se l’allattamento al seno viene continuato, il medico può prescriverle una dose più bassa di fluoxetina.

Fertilità.

Fluoxetina, in studi su animali, ha dimostrato di ridurre la qualità dello sperma. In teoria, ciò potrebbe influenzare la fertilità, ma l’impatto sulla fertilità umana non è stato ancora osservato.

Assunzione con altri medicinali.

Prozac può influenzare il meccanismo di azione di altri medicinali (interazione), soprattutto dei seguenti:

  • alcuni inibitori della monoamino ossidasi (IMAO), qualcuno usato per il trattamento della depressione).
  • litio, triptofano; quando questi medicinali vengono assunti con Prozac c’è un aumentato rischio di comparsa di sindrome serotoninergica.
  • fenitoina; Prozac può influenzare i livelli nel sangue di questo medicinale, quando viene dato con Prozac il medico può aver bisogno di somministrare fenitoina con maggiore attenzione ed effettuare dei controlli.
  • tramadolo (un antidolorifico) o i triptani (per l’emicrania); c’è un aumentato rischio di ipertensione.
  • medicinali che possono alterare il ritmo cardiaco, ad es. antiaritmici di classe IA e III, antipsicotici, antidepressivi triciclici, alcuni agenti antibatterici, trattamento contro la malaria, alcuni antistaminici.
  • flecainide o encainide , carbamazepina, antidepressivi triciclici; poiché Prozac può in qualche modo modificare i livelli nel sangue di questi medicinali, il medico può aver bisogno di abbassare il loro dosaggio quando sono somministrati con Prozac.
  • tamoxifene, poiché Prozac può modificare i livelli di questo medicinale nel sangue ed una diminuzione dell’effetto del tamoxifene non può essere esclusa, il medico può avere bisogno di prendere in considerazione altri trattamenti antidepressivi.
  • warfarin, FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) o altri medicinali che possono migliorare la fluidità del sangue;
  • non deve iniziare ad assumere il preparato a base di erbe contenente Erba di S. Giovanni (Hypericum perforatum) mentre è in trattamento con Prozac perché questo può portare ad un aumento degli effetti indesiderati.

Assunzione di Prozac con cibi e bevande.

  • Può assumere Prozac indipendentemente dai pasti, come preferisce.
  • Deve evitare di bere alcool mentre sta assumendo questo medicinale.

Prozac: effetti collaterali.

Nei pazienti che prendono Prozac sono stati riportati anche i seguenti effetti indesiderati.

Molto comuni (possono verificarsi in più di 1 paziente su 10).

  • insonnia;
  • mal di testa;
  • diarrea, nausea;
  • affaticamento;

Comuni (possono verificarsi da 1 a 10 pazienti su 100).

  • mancanza di appetito, perdita di peso;
  • nervosismo, ansia;
  • irrequietezza, scarsa concentrazione;
  • sentirsi teso;
  • ridotto desiderio sessuale e problemi sessuali (inclusa la difficoltà a mantenere un’erezione per l’attività sessuale);
  • problemi di sonno, sogni insoliti, stanchezza o sonnolenza;
  •  capogiro;
  • alterazione del gusto;
  • movimenti incontrollati;
  • visione offuscata;
  • sensazione di battito cardiaco veloce ed irregolare;
  • rossore;
  • vomito;
  • bocca secca;
  • eruzione cutanea, orticaria, prurito;
  • eccessiva sudorazione;
  • dolore a livello articolare;
  •  eliminazione delle urine con maggiore frequenza;
  • sanguinamento vaginale inspiegabile;
  • sensazione di non riuscire a stare in piedi o brividi.
Non comuni (possono verificarsi da 1 a 10 pazienti su 1.000).
  • sensazione di distacco da sè stessi;
  • strani pensieri;
  • umore eccessivamente elevato;
  • problemi di orgasmo;
  • digrignamento dei denti;
  • contrazione muscolare, movimenti involontari o problemi con l’equilibrio o la coordinazione;
  • pupille dilatate;
  • bassa pressione del sangue;
  •  respiro affannoso;
  • difficoltà ad inghiottire;
  • perdita dei capelli;
  • aumentata tendenza a sviluppare lividi;
  • sudorazione fredda;
  • difficoltà nella emissione delle urine;
  • sensazione di caldo o freddo.

Rari (possono verificarsi da 1 a 10 pazienti su 10.000)

  • iponatriemia;
  • comportamento incontrollato non abituale;
  • allucinazioni;
  • agitazione;
  • attacchi di panico;
  • crisi convulsive
  • vasculite;
  • rapido rigonfiamento dei tessuti attorno al collo, al viso, alla bocca e/o alla gola;
  • dolore a livello del tubo che consente il passaggio di cibo ed acqua allo stomaco;
  • sensibilità alla luce del sole;
  • secrezione di latte dal seno.

Altro (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

  • pensieri di suicidio o di farsi del male;
  • riduzione della memoria;
  •  problemi a livello polmonare;
  • epatite, alterazione delle prove di funzionalità epatica;
  • dolore muscolare;
  • problemi nell’urinare;
  • stato confusionale;
  • balbuzie;
  • sanguinamenti dal naso:
  • ronzio nelle orecchie;
  • comparsa di lividi o sanguinamento inspiegabili.

Fratture ossee.

Nei pazienti che assumono questo tipo di medicinali è stato osservato un aumentato rischio di fratture ossee.

E’ probabile che la maggior parte di questi effetti indesiderati sparisca continuando il trattamento.