Pubblicità

A cosa serve il Lexotan? Ecco indicazioni, modalità d’uso ed effetti collaterali del Bromazepam, potente ansiolitico della famiglia delle Benzodiazepine.

Il Lexotan (principio attivo: Bromazepam) è una delle Benzodiazepine più conoscute ed utilizzate al mondo per ridurre ed eliminare l’ansia. Oggi presentiamo indicazioni, modalità d’utilizzo ed effetti indesiderati di un farmaco molto potente.

Come agisce Lexotan.

La sua struttura molecolare è composta da un anello diazepinico condensato ad un anello benzenico, bromosostituito, unito ad un gruppo piridinico.

Il Bromazepam viene legato al recettore del GABA causando un aumento dell’effetto inibitorio del GABA. Il suo effetto è selettivo e pertanto gli altri neurotrasmettitori non vengono influenzati.

Il Bromazepam non possiede nessun potere antidepressivo. Bromazepam condivide con le altre benzodiazepine gli effetti collaterali quali il rischio di abuso, tolleranza e dipendenza fisica o psicologica.

Come confermato da diversi psichiatri e diversamente da altri farmaci della stessa categoria la possibilità di abusare di questa sostanza è elevata perché è rapido sia l’insorgenza dell’effetto che il termine.

Data l’emivita relativamente breve e la durata di azione tra le 8 e le 12 ore, i sintomi che si possono riscontrare al termine del periodo di efficacia del farmaco sono spesso molto più severi e frequenti rispetto alle benzodiazepine di durata più lunga. Viste queste caratteristiche il Bromazepam è spesso prescritto come ipnotico per indurre più facilmente il sonno.

La metabolizzazione del bromazepam produce un’altra benzodiazepina con effetto terapeutico utile cioè l’idrossibromazepam.

Uso.

Il famaco è utilizzato prevalentemente per:

  • Trattamento a breve termine dell’insonnia;
  • Trattamento a breve termine dell’ansia o attacchi di panico, quando è richiesto un farmaco della famiglia delle benzodiazepine;
  • Sollievo dai sintomi di dipendenza da alcool e eroina, sotto supervisione, in un contesto clinico organizzato.

Effetti collaterali.

Gli effetti collaterali osservati doposomministrazione di dosi elevate sono stati sedazione, atassia,manifestazione convulsive isolate brevi, occasionale aumento dellafosfatasi alcalina serica e un aumento borderline delle SGPT (ALT), dientità da lieve a moderata.

Cosa dice l’Agenzia italiana del farmaco (AIFA): LINK.

Uso di Lexotan in gravidanza e allattamento.

Gravidanza

L’uso di bromazepam durante la gravidanza può essere considerata, se le indicazioni terapeutiche e posologia sono rigorosamente rispettate.

Se il trattamento con bromazepam è necessario durante l’ultimo trimestre di gravidanza, alte dose devono essere evitate e i neonati devono essere monitorati per evitare i sintomi di astinenza e/o sindrome infantile.

Allattamento.

Poiché il bromazepam è escreto nel latte materno, non ne è raccomandato l’uso alle madri che allattano al seno.

Leggi anche:

Benzodiazepine: cosa sono, come agiscono ed effetti collaterali.

2 COMMENTS

Comments are closed.