Pubblicità

Che cos’è l’EN e perché può essere utilizzato per gli stati ansiosi e per coniugare il sonno. Attenti all’utilizzo corretto del Delorazepam.

Il Delorazepam (nome commerciale più diffuso è l’EN) è un farmaco ansiolitico (a basse dosi) e ipnoinducente (favorisce il sonno ad alte dosi). Viene utilizzato prevalentemente per ridurre gli stati ansiosi.

Il Delorazepam, chiariamolo subito, non elimina le cause dell’ansia o dell’insonnia, disturbi che vanno analizzati attentamente da parte di un Medico Specialista.

Come si usa?

  • Per bocca. Va assunto per bocca, sotto forma di compresse o gocce.

Nel trattamento dell’ansia va assunto preferibilmente di giorno. Se si vuol ottenere invece un effetto ipnotico (“sonnifero”), va assunto alla sera, circa mezz’ora prima di coricarsi. Dopo trattamenti prolungati, il farmaco deve sempre essere sospeso in modo graduale.

  • Intramuscolo. Le fiale devono essere usate solo in casi particolari, sotto controllo medico.

Perché rivolgersi al medico e cosa dire.

Cercare di individuare con il medico le cause dell’ansia o dell’insonnia e ricercare soluzioni diverse dai farmaci in modo da evitare di assumere il farmaco per lungo tempo.

Segnalare al medico tutti i farmaci che si stanno assumendo; se si hanno malattie gravi ai reni o al fegato o ad altri organi; se si è sofferto in passato di “allergie” a farmaci o di malattie quali eczema, asma, orticaria.

Segnalare se si svolge una attività lavorativa che comporta particolari pericoli e richiede uno stato di attenzione particolarmente intenso.

Seguire attentamente le indicazioni mediche se si è in gravidanza o si allatta o se si ha il sospetto di una gravidanza.

Effetti collaterali.

Oltre agli effetti benefici ogni farmaco può comportare alcuni effetti indesiderati. Questo farmaco è in genere ben tollerato; talora però possono comparire disturbi quali: sonnolenza e riduzione della prontezza dei riflessi durante il giorno; confusione mentale, abbassamento della pressione; sensazione di malessere al risveglio, debolezza muscolare; nausea e vomito.

Le persone anziane sono più sensibili agli effetti indesiderati di questo farmaco.

Un uso continuativo e protratto nel tempo, a dosi abbastanza elevate quali quelle necessarie per l’insonnia, comporta il rischio di avere disturbi (tra i quali l’insonnia stessa) ogni volta che si tenterà di interromperne l’assunzione (dipendenza). Segnalare al medico eventuali altri disturbi ritenuti imputabili all’assunzione del farmaco.

EN: Avvertenze.

Alcuni effetti indesiderati possono essere potenziati dalle bevande alcooliche: in particolare si può avere più facilmente sonnolenza e calo dell’attenzione, particolarmente insidiosi quando si devono fare cose che richiedono concentrazione (ad es. guidare, usare macchinari o anche, semplicemente, lavorare!). E’ bene, quindi, evitare di bere alcolici se si prende un ansiolitico.

Mai prendere di propria iniziativa il farmaco o consigliarlo ad altri.

Non guidare autoveicoli o usare macchinari pericolosi se si avverte una riduzione della prontezza dei riflessi.

Non si devono assumere altri farmaci con effetti sedativi sul sistema nervoso (chiedere consiglio al medico o al farmacista).

Come conservare correttamente il farmaco.

A temperatura ambiente, in un luogo fresco e asciutto e al riparo della luce. Non utilizzare il farmaco se l’etichetta indica che è scaduto. Tenere in luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglietto illustrativo.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare le indicazioni dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA): LINK.

1 COMMENT

Comments are closed.