histats.com
venerdì, Dicembre 3, 2021
Pubblicità
HomePazientiEsami diagnosticiColonscopia: indicazioni, preparazione e complicanze diagnostiche.

Colonscopia: indicazioni, preparazione e complicanze diagnostiche.

La Colonscopia è un esame diagnostico altamente invasivo, ma è molto importante per individuare eventuali anomalie dell’ultimo tratto del sistema escretorio.

Durante una Colonscopia, il medico verifica la presenza di anomalie o malattie nell’intestino crasso, in particolare nel colon. Useranno un Colonscopio, un tubo sottile e flessibile a cui è collegata una luce e una fotocamera.

Il colon aiuta a formare la parte più bassa del tratto gastrointestinale. Assorbe il cibo, assorbe i nutrienti e smaltisce i rifiuti.

Il colon è attaccato all’ano attraverso il retto. L’ano è l’apertura nel tuo corpo dove vengono espulse le feci.

Durante una colonscopia, il medico può anche prelevare campioni di tessuto per la biopsia o rimuovere tessuti anormali come i polipi.

Indicazioni diagnostiche.

Una colonscopia può essere eseguita come screening per il cancro del colon-retto e altri problemi. Lo screening può aiutare il tuo medico:

  • cerca segni di cancro e altri problemi;
  • esplorare la causa di cambiamenti inspiegabili nelle abitudini intestinali;
  • valutare i sintomi di dolore addominale o sanguinamento;
  • trovare una ragione per una perdita di peso inspiegabile, costipazione cronica o diarrea.

L’American College of Surgeons stima che il 90% dei polipi o dei tumori possa essere rilevato attraverso gli screening della colonscopia.

Con che frequenza deve essere eseguita una colonscopia?

L’American College of Physicians consiglia una colonscopia una volta ogni 10 anni per le persone che soddisfano tutti i seguenti criteri:

  • hanno dai 50 ai 75 anni;
  • sono a rischio medio di cancro colorettale;
  • hanno un’aspettativa di vita di almeno 10 anni.

Il British Medicine Journal (BMJ) consiglia una colonscopia una tantum per le persone che soddisfano tutti questi criteri:

  • hanno dai 50 ai 79 anni;
  • sono a rischio medio di cancro colorettale;
  • hanno almeno il 3% di possibilità di sviluppare il cancro del colon-retto in 15 anni.

Se sei a maggior rischio di cancro del colon-retto, potresti aver bisogno di procedure più frequenti.

Secondo l’American Cancer Society (ACS), le persone che potrebbero dover essere sottoposte a screening ogni 1 o 5 anni includono:

  • persone a cui sono stati asportati polipi durante una precedente colonscopia;
  • persone con una precedente storia di cancro del colon-retto;
  • persone con una storia familiare di cancro del colon-retto;
  • persone con malattia infiammatoria intestinale (IBD).

Quali sono i rischi di una colonscopia?

Poiché una colonscopia è una procedura di routine, in genere ci sono pochi effetti duraturi da questo test. Nella stragrande maggioranza dei casi, i vantaggi di rilevare problemi e iniziare il trattamento superano di gran lunga i rischi di complicanze derivanti da una colonscopia.

Tuttavia, alcune rare complicazioni includono:

  • sanguinamento da un sito di biopsia se è stata eseguita una biopsia;
  • una reazione negativa al sedativo utilizzato;
  • una lacrima nella parete rettale o nel colon

Una procedura chiamata colonscopia virtuale utilizza scansioni TC o risonanza magnetica per scattare foto del colon. Se invece la scegli, puoi evitare alcune delle complicazioni associate alla colonscopia tradizionale.

Tuttavia, ha i suoi svantaggi. Ad esempio, potrebbe non rilevare polipi molto piccoli. Essendo una tecnologia più recente, è anche meno probabile che sia coperta dall’assicurazione sanitaria.

Preparazione.

Il tuo medico ti darà le istruzioni per una preparazione intestinale (preparazione intestinale). Devi seguire una dieta liquida chiara per 24-72 ore prima della procedura.

La tipica dieta per la preparazione dell’intestino comprende:

  • brodo o minestra liquida;
  • gelatina;
  • semplice caffè o tè;
  • succo senza polpa;
  • bevande sportive.

Assicurati di non bere liquidi contenenti colorante rosso o viola perché possono scolorire il colon.

Assunzione di farmaci.

Informa il tuo medico di eventuali farmaci che stai assumendo, inclusi farmaci o integratori da banco. Se possono influire sulla colonscopia, il medico potrebbe dirti di interrompere l’assunzione.

Questi potrebbero includere:

  • fluidificanti del sangue;
  • vitamine contenenti ferro;
  • alcuni farmaci per il diabete.

Il medico potrebbe prescriverti un lassativo da assumere la sera prima dell’appuntamento. Probabilmente ti consiglieranno di usare un clistere per lavare il colon il giorno della procedura.

Si consiglia di organizzare un passaggio a casa dopo l’appuntamento. Il sedativo che ti verrà somministrato per la procedura rende pericoloso guidare da solo.

Come viene eseguita una colonscopia?

Poco prima della colonscopia, ti cambierai in un camice da ospedale. La maggior parte delle persone assume farmaci sedativi e antidolorifici attraverso una linea endovenosa.

Durante la procedura, ti sdraierai su un fianco su un lettino imbottito. Il medico potrebbe posizionarti con le ginocchia vicino al petto per ottenere un angolo migliore del colon.

Mentre sei dalla tua parte e sei sedato, il tuo medico guiderà il colonscopio lentamente e delicatamente nell’ano attraverso il retto e nel colon. Una telecamera all’estremità del colonscopio trasmette le immagini a un monitor che il medico osserverà.

Una volta posizionato il colonscopio, il medico gonfierà il colon utilizzando anidride carbonica. Questo dà loro una visione migliore.

Il medico può rimuovere polipi o un campione di tessuto per la biopsia durante questa procedura. Sarai sveglio durante la colonscopia, così il tuo medico sarà in grado di dirti cosa sta succedendo.

L’intera procedura richiede da 15 minuti a un’ora.

Cosa succede dopo una colonscopia?

Al termine della procedura, attenderai circa un’ora per consentire al sedativo di svanire. Ti verrà consigliato di non guidare per le prossime 24 ore, fino a quando i suoi effetti non saranno svaniti.

Se il medico rimuove un tessuto o un polipo durante una biopsia, lo invierà a un laboratorio per il test. Il tuo medico ti dirà i risultati quando saranno pronti, il che normalmente avviene entro pochi giorni.

Quando dovresti contattare il tuo medico?
Probabilmente avrai un po ‘di gas e gonfiore dal gas che il tuo medico ha inserito nel tuo colon. Dai questo tempo per uscire dal tuo sistema. Se continua per giorni dopo, potrebbe significare che c’è un problema e dovresti contattare il tuo medico.

Inoltre, un po ‘di sangue nelle feci dopo la procedura è normale.

Tuttavia, chiama il tuo medico se:

  • continui a perdere sangue o coaguli di sangue;
  • provi dolore addominale;
  • hai febbre superiore a 37,8 ° C.

Bibliografia e sitografia:

  • Archivio AssoCareNews.it LINK;
  • Healthline – ColonoscopyLINK.

Leggi anche:

Morbo di Crohn: cause, sintomi e trattamento nella Donna.

Clostridium Difficile: il batterio più diffuso tra i pazienti che terrorizza Medici, Infermieri e OSS.

Emorroidi: cause, sintomi e trattamento.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394