histats.com
mercoledì, Dicembre 1, 2021
Pubblicità
HomeSpecialistiCardiologiaAttacco Cardiaco: i sintomi.

Attacco Cardiaco: i sintomi.

Un attacco cardiaco, chiamato anche infarto del miocardio, si verifica quando una parte del muscolo del cuore non riceve abbastanza sangue.

Più tempo passa senza trattamento per ripristinare il flusso sanguigno, maggiore è il danno al muscolo cardiaco. La malattia coronarica (CAD) è la principale causa di infarto.

Una causa meno comune è uno spasmo grave o una contrazione improvvisa di un’arteria coronaria che può interrompere il flusso di sangue al muscolo cardiaco.

Quali sono i sintomi dell’attacco cardiaco?

I principali sintomi di un attacco di cuore sono:

  • Dolore o oppressione al petto. La maggior parte degli attacchi di cuore comporta un disagio al centro o al lato sinistro del torace che dura per più di pochi minuti o che va via e ritorna. Il disagio può essere percepito come pressione spiacevole, spremitura, pienezza o dolore.
  • Sensazione di debolezza, stordimento o svenimento. Potresti anche sudare freddo.
  • Dolore o fastidio alla mascella, al collo o alla schiena.
  • Dolore o fastidio a una o entrambe le braccia o le spalle.
  • Fiato corto. Questo spesso si accompagna al fastidio al torace, ma la mancanza di respiro può verificarsi anche prima del fastidio al torace.

Altri sintomi di un attacco di cuore potrebbero includere stanchezza insolita o inspiegabile e nausea o vomito. Le donne hanno maggiori probabilità di avere questi altri sintomi.

Chiama il 118 (o 112 in alcune regioni) se noti i sintomi di un attacco di cuore.

Se noti i sintomi di un attacco di cuore in te stesso o in qualcun altro, chiama immediatamente il 9-1-1. Prima arrivi al pronto soccorso, prima puoi ottenere un trattamento per ridurre la quantità di danni al muscolo cardiaco. In ospedale, gli operatori sanitari possono eseguire test per scoprire se si sta verificando un attacco di cuore e decidere il trattamento migliore.

In alcuni casi, un attacco di cuore richiede la rianimazione cardiopolmonare (RCP) o uno shock elettrico (defibrillazione) al cuore per far tornare il cuore a pompare. Gli astanti addestrati all’uso della RCP o di un defibrillatore possono essere in grado di aiutare fino all’arrivo del personale medico di emergenza.

Ricorda, le possibilità di sopravvivere a un attacco di cuore sono migliori quanto prima inizia il trattamento di emergenza.

Quali sono i fattori di rischio per l’infarto?

Diverse condizioni di salute, il tuo stile di vita, l’età e la storia familiare possono aumentare il rischio di malattie cardiache e infarto. Questi sono chiamati fattori di rischio. Circa la metà di tutti gli americani ha almeno uno dei tre fattori di rischio chiave per le malattie cardiache: ipertensione, colesterolo alto e fumo.2

Alcuni fattori di rischio non possono essere controllati, come l’età o la storia familiare. Ma puoi adottare misure per ridurre il rischio modificando i fattori che puoi controllare.

Cosa posso fare dopo un infarto?

Se hai avuto un attacco di cuore, il tuo cuore potrebbe essere danneggiato. Ciò potrebbe influenzare il ritmo del tuo cuore e la sua capacità di pompare il sangue nel resto del corpo. Potresti anche essere a rischio di un altro attacco di cuore o condizioni come ictus, disturbi renali e malattia arteriosa periferica (PAD).

Puoi ridurre le tue possibilità di avere futuri problemi di salute a seguito di un attacco di cuore con questi passaggi:

Attività fisica — Parla con il tuo team sanitario delle cose che fai ogni giorno nella tua vita e nel tuo lavoro. Il tuo medico potrebbe chiederti di limitare il lavoro, i viaggi o l’attività sessuale per un po ‘di tempo dopo un infarto.

Cambiamenti nello stile di vita – Seguire una dieta più sana, aumentare l’attività fisica, smettere di fumare e gestire lo stress, oltre a prendere i farmaci prescritti, può aiutare a migliorare la salute del cuore e la qualità della vita. Chiedi al tuo team sanitario di partecipare a un programma chiamato riabilitazione cardiaca per aiutarti a fare questi cambiamenti nello stile di vita.

Riabilitazione cardiaca – La riabilitazione cardiaca è un programma importante per chiunque si stia riprendendo da un attacco di cuore, insufficienza cardiaca o altri problemi cardiaci che richiedono un intervento chirurgico o cure mediche.

La riabilitazione cardiaca è un programma supervisionato che include:

  • attività fisica;
  • educazione a una vita sana, inclusa un’alimentazione sana, l’assunzione di medicinali come prescritto e i modi per aiutarti a smettere di fumare;
  • consulenza per trovare modi per alleviare lo stress e migliorare la salute mentale;
  • un team di persone può aiutarti nella riabilitazione cardiaca, incluso il tuo team di assistenza sanitaria, specialisti di esercizio e nutrizione, fisioterapisti e consulenti o professionisti della salute mentale.

Leggi anche:

Cuore malato: ecco le patologie vascolari più diffuse.

Blsd. Le manovre salvavita in caso di arresto cardiaco dell’adulto.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394