Pubblicità

Lo stop improvviso del test d’ingresso al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie fa innervosire anche i Fisioterapisti. Rita: “ammattiteci tutti!”.

Egr. Ministro Manfredi,

mi chiamo Rita Marchese, dottoressa in Fisioterapia iscritta al test d’ingresso per il Corso di Laurea Magistrale di Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie, Classe LM-SNT2, presso l’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”, A.A. 2020/2021, che si sarebbe dovuto svolgere il 30/10/2020.

In mattinata ho appreso dal D.M. 799/20 della sospensione del suddetto test, meno di 24 h dallo svolgimento di quest’ultimo. Comprendo che tali misure si siano rese necessarie a causa della situazione Covid-19, ma non trovo tale misura corretta nè tantomeno rispettosa nei confronti di chi si è organizzato e preparato per il test, spendendo (a questo punto inutilmente) tempo e soldi, per non considerare le altre svariate difficoltà che ricadono su noi professionisti a causa di questa scelta.

Ritengo, a questo punto, che sia meritevole da parte nostra poter accedere tutti in egual misura al corso, senza selezione.

C’è chi come me vorrebbe crescere professionalmente, continuando ad esercitare quello che è un diritto irrinunciabile, il diritto allo studio. Io, da fisioterapista, ho forti dubbi (per quanto altrettanto forti siano le speranze) che entro il mese di marzo la situazione potrebbe cambiare di molto, per questo motivo temo incorreremo nel rischio di perdere l’anno. Quindi Le chiedo la cortesia di considerare la possibilità di non lasciarci in Stand By per questi mesi, ma di permetterci di studiare, continuando la nostra formazione.

Spero possiate accogliere questa mia richiesta, condivisa da tanti altri colleghi!

Grazie.

In attesa di un riscontro, porgo cordiali saluti.

Rita Marchese, Fisioterapista

4 COMMENTS

Comments are closed.