Sono un Infermiere e mi siglo con il titolo di Dottore, così come vuole la Legge!

Stefano: "sono un Infermiere e mi siglo con il titolo di Dottore, così come vuole la Legge!"
Stefano: "sono un Infermiere e mi siglo con il titolo di Dottore, così come vuole la Legge!"

Gent. mo Direttore,

Le scrivo poiché oltre ad essere infermiere mi sento infermiere nell’anima! Sono diventato un fiero professionista nel lontano 1999 con un Diploma di Laurea e ho effettuato la parifica alla Laurea nel 2004. Da allora ho iniziato a firmarmi con il titolo di “dott.” perché oltre ad averne il diritto sancito dalla normativa vigente, come avete ben ricordato nel Vostro articolo, ero e sono padrone del bagaglio culturale/scientifico che possiede il Professionista Infermiere

Infatti è proprio questo bagaglio culturale a dimostrare quanto sia meritato tale diritto oggi da questo indispensabile e insostituibile Professionista sanitario che si chiama Infermiere….

Mi trovo però a non concordare con la Vostra conclusione dell’articolo… Per mero nozionismo, rispetto alla posizione degli Infermieri Diplomati, l’equipollenza sancita dalla Legge Gelmini del 2010 ritengo che abbia il seguente significato:

  • la parola equipollente significa: “Che, sotto un certo riguardo, ha uguale valore ed efficacia: i due titoli di studio sono e. ai fini del concorso; segmenti e. (v. equipollenza)” – Vocabolario Treccani;
  • il significato di uguale valore riguarda non solo i doveri ma anche i diritti dei titoli.

Ritengo pertanto in assenza di una normativa che formuli una differenza specifica tra i titoli nessuno possa e nessuno debba fare interpretazioni azzardate e personali su vocaboli italiani molto precisi.

RingraziandoLa anticipatamente per l’attenzione dedicatami, Le chiedo cortesemente di pubblicare il mio pensiero a corredo del vostro articolo.

Rimanendo a completa disposizione, colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.

Dott. Stefano Signoretti – Infermiere

* * *

Grazie a Lei per il suo chiarimento. Continui a seguirci e continui a siglarsi con il titolo “dott.“.

Angelo Riky Del Vecchio, Direttore AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...