histats.com
martedì, Novembre 30, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriSilvia, Infermiera: "aggredita e irrisa verbalmente dal Medico di Reparto, non ce...

Silvia, Infermiera: “aggredita e irrisa verbalmente dal Medico di Reparto, non ce la faccio più, nessuno prende provvedimenti”.

La lettera di Silvia, Infermiera, riapre la discussione sulla violenza tra operatori: “aggredita e irrisa verbalmente dal Medico di Reparto, non ce la faccio più, nessuno prende provvedimenti”.

Carissimo Direttore di AssoCareNews.it,

mi chiamo Silvia, ho 37 anni e faccio l’Infermiera da 3 lustri. Poco fa mi sono imbattuta nella lettera della collega Sandra e mi ci sono ritrovata appieno in quello che denuncia. Anche in mio Reparto uno dei Medici tratta male noi Infermieri e soprattutto noi professioniste.

Nessuno prende provvedimenti. Lui è un noto politico della zona e più volte è stato eletto o si è candidato alle elezioni regionali.

Hanno tutti paura di lui. Ha un modo troppo arrogante di trattare i colleghi, noi Infermieri, gli OSS e persino i Pazienti. In tanti si rifiutano ogni giorno di lavorare con lui e gli Assistiti non lo vogliono nemmeno vedere da lontano. Eppure è sempre in Reparto, detta le sue regole e tratta tutti come emeriti schiavi.

L’altro giorno mi ha urlato dietro e mi ha irrisa davanti ad un Paziente semplicemente perché gli avevo fatto notare che l’Assistito aveva edemi declivi e che probabilmente il diuretico che faceva non era sufficiente.

“Ma che ne sai tu di patologie, tu sei una semplice Infermiera e chissà in quale università del Sud hai preso la laurea, prima di parlare impara a connettere il cervello o stattene in silenzio” – mi ha detto.

Il Paziente mi ha guardata inorridita, era dispiaciuto per me ed è intervenuto: “l’Infermiera ha ragione, lei una settimana fa mi ha sospeso i tre Lasix che prendevo quotidianamente la mattina, il pomeriggio e la sera e questi oggi sono i risultati, guardi che caviglie; questa ragazza sa il fatto suo e mi ha notato le mie caviglie gonfie tutti i giorni persino misurandone la circonferenza; a lei non l’ho più visto da quando mi ha tolto i farmaci”.

All’inizio l’ho presa come una rivincita, poi però ho capito che non è più possibile lavorare in queste condizioni e soprattutto in questo clima. Anche per questo ho chiesto di essere trasferita in un’altra Unità Operativa perché sotto stress.

Possibile che i Medici, non tutti per fortuna, ci debbano sempre trattare così male? Dov’è la tanto decantata multidisciplinarietà?

Inoltre, e questo lo voglio ribadire, non mi sono laureata in Infermieristica al Sud, ma in una nota Università Lombarda, proprio nella regione dove ora vivo e lavoro.

Grazie Direttore, una caro saluto.

Silvia, Infermiera

Leggi di più:

Sandra, Infermiera aggredita da Medico: “sei una capra!”. Paziente la difende: “sei un angelo, una persona speciale per tutti noi”.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

3 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394