Pubblicità

Infermiere contro la scelta di molte Aziende di aprire gli ambulatori la sera: ci prendono per fame! Stiamo pagando la disorganizzazione aziendale!

Riceviamo l’interessante spunto di un collega che parla della scelta di molte aziende che stanno aprendo servizi diagnostici e ambulatori negli orari serali.

La scelta di adesione di Infermieri e OSS è facoltativa, ma è il concetto a monte che non  va giù al collega.

Gentile redazione

vi scrivo in merito alle ultime scelte aziendali di apertura serale di ambulatori in orario 20-24.

Mi chiamo Claudio e lavoro come infermiere a Roma. Ultimamente mi sembra che il mondo stia impazzendo. A cominciare dalle aperture primaverili (25 aprile e 1 maggio), adesso si sta allargando la lista degli ambulatori romani in cui si presta servizio fino alle 24.

Mi spiego meglio: il problema per me non è l’aumento dei servizi alle persone ma la richiesta di disponibilità al personale.

E’ tutto frutto della disorganizzazione aziendale. Dove sta la coerenza?

Abbiamo servizi malgestiti con tanto spreco. Siamo sotto personale sia medico che infermieristico e oss. Il nuovo contratto ci lascia con due lire visto che è lo stesso stipendio più o meno di dieci anni fa.

Ci viene negata l’intramoenia infermieristica ma ci viene offerto di fare straordinari pagati?

Questo è prendere per fame.

Vorrei sapere sopratutto che ne pensa la gente che ci lavora. Io sono stanco di essere preso in giro.

Grazie siete forti.

Claudio R. – infermiere

****

Caro Claudio,

giriamo direttamente la possibilità di commentare ai nostri lettori:

Straordinario serale/notturno per ambulatori e laboratori: vi sentite presi in giro?

scriveteci a [email protected].

Marco Tapinassi

Vice Direttore AssoCareNews.it