Pubblicità

La lettera di Erika, Infermiera, mette in evidenza un altro “neo”. Dopo le presunte tangenti per Concorsi e per Mobilità, ora si parla di 5000 euro per un cambio alla pari, dal Nord al Sud d’Italia.

Già in passato avevamo parlato di presunte tangenti per alcuni Concorsi in sanità, per la Mobilità Nord-Sud e per il Comando, in cui sperano molti colleghi Infermieri, Ostetriche, OSS e delle Professioni Sanitarie, ma che spesso non vengono mai espletate. Per cui l’unico modo rimane, a volte, trovare un cambio alla pari. E scovare chi dal Meridione vuole salire al Settentrione e viceversa è quasi impossibile.

Non sembra vero ad Erika quando un collega Infermiere l’ha contattata su Facebook per proporle di spostarsi da Taranto a Udine. Un cambio alla pari permesso dalle norme e quasi mai osteggiato dalle Aziende sanitarie. Un trasferimento, però, che rischiava di costare caro alla povera nostra interlocutrice. Vediamo cosa ci ha raccontato in una concisa missiva.

La lettera di Erika.

Carissimo Direttore di AssoCareNews.it,

la seguo da tempo, da quando dirigeva un altro quotidiano, e so che Lei è uno dei pochi (assieme a tutti i componenti del suo giornale) che non ha paura di dire come stanno le cose.

Le scrivo per comunicarle quanto mi è accaduto. Ho conosciuto un Infermiere su Facebook che mi ha proposto un cambio alla pari, da Taranto a Udine. Avevo messo un annuncio su un apposito gruppo dedicato alle Mobilità e ai Cambi alla pari.

Non credevo ai miei occhi, mi ha scritto in privato dicendomi che voleva salire a Udine per motivi amorosi. Per due mesi ci siamo chattati anche su WhatsApp e ci siamo accordati sul da farsi.

Io addirittura ho comunicato tutto alla mia azienda, che ha accettato di buona lena la proposta di scambio.

Proprio quando dovevamo concludere è giunta la doccia fredda. Il collega mi ha chiesto 5000 euro in contanti o nulla. In pratica una vera e propria tangente per scendere a casa e stare vicina ai miei cari anziani nel Tarantino.

Un vergogno ricatto, a cui però non ho aderito. Ho preferito non denunciarlo, ma gli ho detto che mi fa schifo.

Grazie Direttore, continui a difendere noi Infermieri oppressi.

Erika, Infermiera delusa

Leggi anche:

Marta, Infermiera: “per un Comando al Sud mi hanno chiesto 5000 euro, ma non ho le prove per denunciarli”.

Concorso Infermieri: la tangente. 5000 euro per superare scritto e pratica.

Cambi alla pari: Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari ecco come non sbagliare.