histats.com
sabato, Giugno 19, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriCarmela, Infermiera: Quasi zona rossa ma è tutto aperto. Ci siamo arresi...

Carmela, Infermiera: Quasi zona rossa ma è tutto aperto. Ci siamo arresi al virus?

Carmela, Infermiera: Siamo quasi in zona rossa in mezza Italia eppure è tutto aperto comprese le scuole. Ci siamo arresi al fatto che ci ammaleremo tutti di coronavirus?

Carmela, Infermiera, lancia uno spunto di riflessione circa le limitazioni ed il sospetto che senza dircelo ci siamo arresi al virus.

“Gentile AssoCareNews.it,

vi seguo e volevo proporre un contributo, dopo tanto leggere le idee degli altri.

Ultimamente in molte zone di Italia si sta parlando di situazione che sta nuovamente tendendo al rosso ed i numeri sono chiari.

Purtroppo però vedo che le misure di chiusura sono molto light e relative ad alcuni giorni e orari e neanche per tutti i servizi.

Certo i ristoranti sono chiusi la sera ma i negozi al dettaglio, le scuole, i mezzi di trasporto, le stesse AUSL sono tutte aperte.

Questa ambivalenza tra l’enunciazione dei dati e le misure in essere mi fa sorgere qualche dubbio: non che la gestione di questi 12 mesi sia stata brillante o sempre coerente.. ma non è che i nostri governanti si sono arresi?

Non è che stanno prediligendo l’economia perchè “tanto tutti ci ammaleremo”?

E non è che stiamo confidando troppo nel vaccino, che mentre sta montando la terza ondata ancora non ha neanche coinvolto il 3% della popolazione totale?

C’è troppo silenzio anche intorno a queste varianti, di cui si parla solo di quella inglese per la quale “forse” funziona anche il vaccino (fidiamoci, non possiamo fare altro!).

Porto solo dubbi, lo so, ma spero che qualcuno mi risponda.

Grazie della possibilità di esprimere questo pensiero.

Carmela”.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

3 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394