histats.com

Andrea, Infermiere: per me l’OSS ha un ruolo fondamentale nell’assistenza.

Andrea, Infermiere: per me l’OSS ha un ruolo fondamentale nell’assistenza.
Andre, Infermiere: per me l'OSS ha un ruolo fondamentale nell'assistenza.

Carissimo Direttore di AssoCareNews.it e cari colleghi,

il mio nome è Andrea, sono Infermiere da più di dieci anni. Mi piace considerarmi una nuova leva, un giovane. Cerco nel mio piccolo di migliorarmi continuamente e cercando di non dare nulla per scontato. Quando è possibile mi rimetto sempre in gioco. Vi scrivo perché voglio intervenire nella discussione aperta ormai da parecchi anni sulla figura, sulle competenze e sulle responsabilità dell’Operatore Socio Sanitario.

Dal mio punto di vista l’Oss ha un ruolo fondamentale. Se giustamente coordinato fa senz’altro la differenza nell’assistenza diretta al Paziente. Da Infermiere immagino il Servizio Sanitario Nazionale del futuro, dove ci saranno sempre più Operatori Socio Sanitari e meno Infermieri. Anche così si potranno valorizzare le due professioni, conoscendone e campendone l’importanza di ognuna.

L’Infermiere deve sempre più diventare responsabile dell’assistenza infermieristico-sanitaria, soddisfacendo attraverso il personale di supporto i bisogni che emergono ogni qualvolta ce ne sia necessità.

Auspico che i sindacati, anche quelli di categoria, la finiscano di chiedere sempre assunzioni di Infermieri. Così non facciamo altro che demansionarci a vicenda. Credo in una vera, seria, reale e concreta rimodulazione di piante organiche: devono essere più bilanciate e al di là della complessità assistenziale di una Unità Operativa (bassa, media o alta intensità di cura) devono essere in grado di resistere alle richieste di chi soffre.

Chiedo da Infermiere più Oss perché credo nell’assistenza basata sulle evidenze scientifiche (che non appartengono solo alla nostra categoria, ma a tutti gli operatori della sanità e sono a tutela del Cittadino-Paziente). 

Inoltre, anche se c’entra poco, ritengo la figura del Coordinatore Infermieristico ormai superata e spesso ridotta a comparsa nei reparti. Sarebbe opportuno essere coordinati da un Infermiere con Laurea Magistrale e con anni di esperienza nella conduzione di più reparti. Con una formazione più idonea e con la giusta esperienza si possono accettare e superare le sfide del futuro.

Ci tengo a condividere questo mio pensiero, in quanto lo ritengo in linea anche con l’essere Infermiere, così come avviene nel resto del mondo. 

Cordiali saluti.

Andrea, Infermiere 

* * *

Carissimo Andrea,

grazie per la sua missiva e per le sue proposte. Siamo dell’idea che l’Operatore Socio Sanitario sia indispensabile oggi nella pratica assistenziale e siamo dell’idea che debba essere meglio valorizzato. Magari a ciò aggiungerei una formazione più sostanziosa e sostanziale. Se la formazione fosse unica a livello nazionale e soprattutto di qualità sicuramente ci sarebbero degli OSS migliori (così come chiesto da Migep e da Cnoss in passato). La stessa cosa vale per gli Infermieri. Continuiamo a discuterne, il confronto fa sempre bene, al di là dei punti di vista.

Angelo Riky Del Vecchio, direttore AssoCareNews.it 

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394