Infermieri ed OSS: prelievi fino a 150 euro mese dallo stipendio!

Infermiera ci racconta il trucco delle cooperative
Infermiera ci racconta il trucco delle cooperative

Trucchi apparentemente legali: ma il raggiro avviene e può essere denunciato!

Infermieri e Operatori Socio Sanitari attenti! Ci sono molti modi per essere truffati da Cooperative e Studi di furbetti. Infermiera ha perso oltre 700 euro!

Dopo la denuncia di un’Oss truffata al momento della fine del rapporto lavorativo, pubblichiamo la storia di Francesca P., infermiera piemontese che sta portando avanti una causa assieme ai suoi colleghi. Ancora una volta parliamo di una Cooperativa, categoria macchiata da alcune dimostrazioni di abilità poco oneste, come in questo caso.

Abbiamo intervistato la collega che ci spiega come è stata truffata. Fate attenzione!

Francesca grazie per l’intervista. Possiamo iniziare chiedendoti quando hai lavorato con la Cooperativa in questione?

Ho lavorato dal 1 febbraio 2018 al 31 luglio, giorno in cui ho interrotto il rapporto per lavorare nel pubblico.

Ci scrivi perchè assieme a una collega e ad un altro operatore socio sanitario avete intentato una causa verso il datore di lavoro. Come mai?

Ci hanno sottratto in tutto oltre 1800 euro, di cui solamente a me 715.

Con quali modalità?

Trattenute mai restituite. In particolare hanno trattenuto dallo stipendio dagli 80 ai 200 euro mensilmente. Le giustificazioni erano varie e alcune contro legge, ve ne cito alcune 60 euro per assegnazione di 3 divise, 35 euro per le scarpe obbligatorie antinfortunistica. Hanno creato un corso formativo obbligatorio da 100 euro per formarmi sull’organizzazione della struttura, sui protocolli (oltretutto tremendi) e sulle cose che avrei dovuto fare durante la giornata.

Cosa puoi dirci del fondo di solidarietà?

L’apoteosi della truffa. Ti dichiarano che tratterranno una parte dello stipendio per creare un tesoretto per pagare i colleghi nelle residenze che non pagano la cooperativa. Va bene, in fondo si tratta soltanto del 3%, 35-40 euro al mese. A questo punto però avviene la truffa. Ti viene detto che serve solo alla liquidità, che ti viene reso alla fine del periodo. Tra i mille fogli che firmi, accetti il periodo di prova di 6 mesi quindi pensi che il periodo di permanenza utile a riprenderti i soldi del fondo sia altrettanto. Ma il foglio che firmi per la trattenuta del 3% è a parte e non te lo lasciano. E’ di quei fogli con il modulo davanti e dietro un’intera pagina di scritte piccole, non so se mi spiego. E lì è specificato che il periodo per riavere il 3% è di 36 mesi. 

Quanto sono illegali questi comportamenti?

L’avvocato che ci sta seguendo ha detto che alcuni lo sono, altri no. In ogni caso è vergognoso e moralmente inaccettabile. Spero che altri aprano gli occhi e non accettino queste condizioni.

Grazie per l’intervista. Speriamo anche noi che la tua esperienza metta in allarme tanti colleghi!

 

Potrebbe interessarti...