histats.com

Cinque domande ad un medico legale sull’autopsia.

Cinque domande ad un medico legale sull’autopsia.

Cinque domande ad un medico legale: la vita, la morte, l’autopsia.

Domande e risposte ad un medico della medicina legale: verità, curiosità ed esperienze sull’autopsia.

Cosa si prova a vivere la propria professione esercitando su defunti?

E’ difficile da spiegare. Attraverso la morte si conosce la vita o meglio gli si da un valore diverso. Questo è l’effetto positivo. Al contrario, in negativo si arriva a sviluppare pseudo paranoie visto che conosci quasi sempre le circostanze dei decessi. Questo ti rende molto protettivo verso i tuoi cari.

Quanto dura un’autopsia?

Un’analisi può durare dalle 2 ore e mezza alle 10-11 ore circa. Io personalmente non mi sono mai spinto oltre le 8 ore.

Qual’è la situazione più impressionante a cui abbia mai partecipato?

La morte è impressionante sempre e nel mio lavoro assisto spesso a morti violente, a volte anche violenza criminale.

Tuttavia però quelle che più mi impressionano sono alcuni morte sugli incidenti lavorativi, dove la perizia serve per le evoluzioni giudiziarie.

Le è mai capitato di eseguire l’autopsia su un suo conoscente?

Non qualcuno di vicino ma una volta ho trovato sul tavolo una signora anziana che abitava nella mia via e che quindi conoscevo di vista. Ecco questo anche mi ha molto impressionato.

Nei film si vede spesso il riconoscimento della vittima direttamente in obitorio: è realmente così?

No, il riconoscimento se fatto con quelle modalità risulterebbe estremamente traumatico. Pensiamo a morti violente con smembramenti e mutilazioni. Dove lavoro ci avvaliamo di riconoscimento per fotografia del viso o di segni particolari ma è successo che fosse necessario un riconoscimento dal vivo ma sono casi molto rari ormai.

Ringraziamo il medico legale per la disponibilità all’intervista.

Avatar

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: