Le donne hanno una marcia in più, non soltanto l’8 marzo!

Ragazze di oggi e di ieri è il vostro giorno! Non mandatele a dire agli uomini!
Ragazze di oggi e di ieri è il vostro giorno! Non mandatele a dire agli uomini!

8 Marzo, festa della donna! E tutti gli altri giorni? Signori (uomini) è il momento di guardarci negli occhi e ammetterlo: le donne hanno una marcia in più! 

Probabilmente adesso starete pensando al solito articolo da ricorrenza, quello che parla benissimo delle donne che sono belle, brave etc.

La tentazione è tanta anche se tutto quel miele renderebbe appiccicosa non poco la mia tastiera. Perciò invece che parlare alle donne (belle, brave etc.) facciamoci una bella chiacchierata fra uomini.

Oggi è l’8 marzo, giorno che sappiamo benissimo essere ogni anno una delle più appassionanti ricorrenze per tutti coloro che proveranno a venderci spelacchiati rametti di mimosa ai semafori. Ma vuol dire davvero soltanto questo?

Le qualità delle donne (belle, brave etc.) sono note a tutti. Ma come infermiere come possono offrire qualcosa di più di noi?

Qualcuno, probabilmente lo stesso che va in giro a dire che la terra è piatta e ci stanno ingannando, asserisce che gli infermieri uomini siano più affini alle tecniche, che siano più appassionati e che siano più fisicamente portati a supportare i carichi pesanti che a volte la nostra professione ci propone. 

Io sinceramente andrò controcorrente e sebbene tutti siano profondi conoscitori di tutto, sinceramente ammetto di non avere possibilità di smentire questo qualcuno, per mancanza di scienza infusa.

Però una cosa la so. In realtà la sappiamo tutti.

Esiste infatti un motivo per il quale l’infermieristica nasce donna. Ed è la propensione all’accogliere il bisogno altrui.

E’ un istinto innaturale, può darsi sia solo un ruscelletto che nasce dalla stessa fonte dell’istinto materno.

Noi uomini siamo bravi a rincorrere la gloria del salvare una vita e altrettanto bravi siamo a gonfiarci il petto come galli cedroni, pubblicamente o intimamente.

Le donne invece hanno dentro di sè questo istinto, questa propensione. Che nessuno di noi ometti potrà mai avere.

E questa marcia in più è con loro sempre, non soltanto l’8 marzo. Teniamolo sempre bene a mente.

Viva le infermiere! Viva le donne!

(belle, brave etc.)

Le donne lo sanno
Com’è che son donne
E sanno sia dove
Sia come sia quando
Lo sanno da sempre
Di cosa stavamo parlando
 
(Le donne lo sanno – Luciano Ligabue)

Potrebbe interessarti...