Pubblicità

Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche, OSS, Professioni Sanitarie e altri operatori del SSN avviliti e inferociti con il Governo Conte e le Regioni: “nessun bonus Covid in busta paga, solo bugie”.

Ci giungono in redazione diverse segnalazioni da parte di Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche, Operatori Socio Sanitari, Professioni Sanitarie e Operatori del SSN che non hanno percepito in busta paga i bonus promessi dal Governo di Giuseppe Conte e dalle Regioni per la lotta al Coronavirus.

I premi annunciati da tutti i sindacati, dai Governatori Regionali, dal Ministro della Salute Roberto Speranza e da quello delle Regioni Francesco Boccia ad Aprile 2020 si sono tramutati in un nulla di fatto. Tante chiacchiere che ora si tramutano in rabbia. I professionisti sanitari e socio-sanitari si aspettavano nella busta paga di giugno i Bonus Covid promessi, ma verificando in varie buste paghe, dal Nord al Sud, passando per il Centro e le Isole italiane, nulla si è visto.

E’ questa la dimostrazione che la Politica ha solo utilizzato gli operatori della sanità durante la Pandemia da Covid-19, gettandoli in pasta al virus senza armi e senza scudi, trattati come carne da macello.

Molti professionisti sanitari e socio-sanitari si sono ammalati, tantissimi (oltre 500) quelli deceduti. Ma ai Politici non basta, non bastano i decessi, non bastano gli infetti, serve molto di più per convincerli a dare spazio e riconoscimenti a chi ha mantenuto l’Italia e gli Italiani in piedi durante tutta la fase pandemica.

Vergognatevi tutti, maggioranze ed opposizioni.