Infermieri, oss e medici: per TFR attesa fino a 36 e 48 mesi?

TFR: si allungano i tempi?
TFR: si allungano i tempi?

TFR e dipendenti pubblici

Il pagamento del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) dei dipendenti pubblici varia a seconda delle motivazioni della terminazione del rapporto. Con la quota 100 pare che si allungheranno oltre i 24 mesi: Infermieri, Oss, Medici e Professionisti Sanitari sperano il contrario!

Attualmente le regole in vigore sono quelle  entrate in vigore il 1° gennaio 2014

Riguardo al numero di rate di pagamento del TFR, è così disciplinato:

  • la prima rata del TFR fino a 50mila euro;
  • la seconda rata per importi oltre i 50 mila euro e fino a 100mila euro;
  • la terza rata per gli importi oltre i 100 mila euro.

E questo invece riguardo le tempistiche di pagamento:

  • entro 105 giorni in caso di cessazione dal servizio per inabilità o per decesso;
  • non prima di un anno, se la cessazione del contratto a tempo indeterminato avviene per pensionamento e raggiungimento dei requisiti di servizio o per età;
  • non prima di 24 mesi, se la cessazione avviene per dimissioni volontarie con o senza diritto a pensione, licenziamento o destituzione dall’impiego.

Per i dipendenti pubblici il pagamento del TFR, può slittare anche dopo i due anni dalla cessazione del rapporto di lavoro? In molti se lo stanno chiedendo dopo le indiscrezioni rilasciate da alcune testate ed esponenti del settore finanziario.

La notizia che è trapelata riguarderebbe un possibile spostamento dell’attesa del saldo verso i 36 e 48 mesi degli importi, dividendo in due rate.

Potrebbe interessarti...