Governo Cottarelli: gli Infermieri Italiani lo bocciano!

Governo Cottarelli: per gli Infermieri Italiani è un colpo di Stato!
Governo Cottarelli: per gli Infermieri Italiani è un colpo di Stato!

Il neo-primo ministro Carlo Cottarelli viene bocciato sonoramente dagli Infermieri Italiani. Da un sondaggio effettuato nella giornata di ieri dal quotidiano sanitario AssoCareNews.it, che ha chiesto a 4400 iscritti all’Albo Nazionale degli Infermieri in attività nel Servizio Sanitario pubblico e nel privato, è emerso chiaramente che si tratta di un “Colpo di Stato” perpetrato ai danni dell’ormai ex-Governo Lega-Cinque Stelle.

L’89% degli intervistati pensa che ci sia stata la volontà da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella di punire gli Italiani e in particolare Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e personale del SSN in un periodo difficilissimo per queste categoria, che mai come in questo periodo avevano e hanno bisogno di un Governo politico stabile e di un vero Ministro della Salute e del Lavoro.

Carlo Cottarelli, neo-primo ministro e rappresentante dei poteri forti europei.
Carlo Cottarelli, neo-primo ministro e rappresentante dei poteri forti europei.

 

In piena stagione di rinnovo dei contratti e di riconoscimento di vecchie e nuovo professionalità e competenze l’arrivo di Cottarelli, chiamato anche “mister forbici” per la sua sentenza a tagliare tutti i fondi pubblici (non solo gli sprechi) partendo dalla Sanità, viene visto come una vera e propria inaspettata “punizione” per chi tutti i giorni continua a lavorare negli ospedali o sul territorio con stipendi da fame e con mancati riconoscimenti sociali, culturali e professionali dovuti alla mancanza di una seria volontà politica nazionale e regionale.

E’ quanto emerso dai commenti al sondaggio, che ha interessato ben 4400 Infermieri ed Infermieri Pediatrici provenienti geograficamente da varie parti d’Italia (Nord, Centro, Sud e Isole Maggiori). Hanno risposto in 2129. I risultati sono stati approssimati per eccesso o per difetto.

Ecco il risultato della nostra “Nursing Survey”.

Alla domanda “Come giudicato la scelta del presidente della Repubblica Sergio Mattarella di non affidare l’incarico di Governo a Lega-M5S e di nominare un rappresentante delle banche come Carlo Cottarelli?“, Infermieri e Infermieri Pediatrici che hanno aderito al sondaggio hanno risposto:

  • E’ un Colpo di Stato – 89%;
  • Non saprei – 5%;
  • Scappo all’estero – 4%;
  • Ha fatto bene – 2%.

Alla domanda “Credi che un Governo senza maggioranza come quello di Carlo Cottarelli possa ledere alla Sanità e di contro ai Professionisti Sanitari?“:

  • Si, con ulteriori e non giustificati tagli ai servizi e al personale – 72%;
  • Si, con l’ennesimo blocco di concorsi e assunzioni – 16%;
  • No, andrà tutto bene – 8%;
  • No, state solo esagerando – 3%;
  • Non so – 1%.

Come dicevamo è chiara la bocciatura e la preoccupazione di Infermieri e Infermieri Pediatrici, a dimostrazione che la popolazione e i professionisti della salute non hanno gradito le scelte controcorrente del presidente Mattarella.

Ancora una volta la Sanità sarà lasciata in balia di chi di fatto vuole affossarla credendo che con i tagli si risolvono i problemi degli Italiani, senza nulla profferire nei confronti di corrotti e corruttori che utilizzano il settore come un Bancomat di Stato. E ci fermiamo qua, in attesa di capire chi sarà il neo-Ministro della Salute e quello del Lavoro e se, come in molti pensano, quella che si sta per avviare sarà o meno il periodo più buio per il SSN.

Chi vivrà vedrà!

Potrebbe interessarti...