Governo Conte va a casa. Tutto da rifare

Quota 100: migliaia di italiani finalmente in pensione!

Crisi di Governo: Conte va in prepensionamento politico dopo il discorso di oggi al Senato. Ora passa tutto nelle mani di Mattarella che dovrà decidere il da farsi.

Dopo la crisi politica più pazza del mondo voluta da Matteo Salvini, ora restano 3 vie da seguire: l’accettazione delle dimissioni del primo ministro Conte, l’alleanza con il PD da parte del M5S o un governo tecnico in attesa delle elezioni anticipate di autunno.

Nel discorso fatto da Conte in aula del Senato, toni molto decisi nei confronti della Lega e di Matteo Salvini, seduto accanto al premier: “La decisione di innescare la crisi è irresponsabile. Per questa via il ministro dell’interno ha mostrato di seguire interessi personali e di partito”.

Il discorso è stato più volte interrotto dalle urla dei gruppi parlamentari, richiamati dalla presidente di aula. Ma Conte non si lascia intimorire: “C’è gran bisogno di Politica, con la P maiuscola. Il percorso di questo governo si interrompe.”

Conte lascia anche molte proposte rispetto al prossimo governo futuro: politiche giovanili, politiche ambientali , valorizzazione del nostro territorio, e delle tradizioni locali e nazionali senza però dimenticare lo spirito umanistico che da secoli contraddistingue il nostro paese. Parla anche di diritti sociali, di economia locale e globale, di relazioni internazionali e di Europa. Conte sottolinea come questa crisi sia stata provocata in un momento delicato per il dialogo europeo.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella dovrà decidere dopo le consultazioni delle forze parlamentari.

Fonti romane scommettono circa il ritorno anticipato alle urne. La formazione di una nuova squadra di governo e di accordi tra i gruppi è considerata molto difficile.

Potrebbe interessarti...