Giulia Grillo (M5S) è il nuovo Ministro della Salute!

Giulia Grillo ministro della Salute? Chiediamo tutela Professionisti Sanitari.
Giulia Grillo ministro della Salute? Chiediamo tutela Professionisti Sanitari.

Giulia Grillo, medico ed esponente di primo piano del Movimento 5 Stelle è il nuovo Ministro della Salute del Governo Italiano. Lascia l’incarico Beatrice Lorenzin, ex-esponente del centro-destra, poi alla guida del ministero per conto di NCD e attualmente di una lista civica collegata al Partito Democratico.

Giuseppe Conte, come noto, ha accettato l’incarico conferitogli dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di formare il nuovo governo e ha presentato la lista dei ministri. L’esecutivo giurerà al Quirinale domani alle 16. “Lavoreremo intensamente per realizzare gli obiettivi politici anticipati nel contratto di governo, lavoreremo con determinazione per migliorare la qualità della vita di tutti gli italiani”, ha detto Conte.

Conte è un avvocato originario delle provincia di Foggia, ma cresciuto professionalmente tra Lazio e Toscana. E’ uno degli uomini-ombra del M5S, che è cresciuto tantissimo dal punto di vista politico, elettorale e perché no culturale.

Dopo settimane di trattative, il governo giallo-verde vede quindi la luce. La svolta è arrivata nel pomeriggio quando Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno annunciato di aver raggiunto l’accordo per un governo politico M5S-Lega . “Grazie davvero a tutti. Il Governo del Cambiamento è realtà! Dedichiamo tutto questo a Gianroberto Casaleggio. Vi abbraccio tutti! Ci vediamo domani!”, ha scritto su Fb Di Maio, leader del M5S.

Ecco la squadra di Governo

Al Quirinale Conte ha presentato la squadra di governo, con due vicepremier che rispondono ai nomi dei leader dei Cinque Stelle, Luigi Di Maio (anche ministro Lavoro e Sviluppo) e della Lega, Matteo Salvini, (anche all’Interno).

Nell’esecutivo trovano posto otto esponenti dei Cinque Stelle, oltre Di Maio, che sono Alfonso Bonafede alla Giustizia, Riccardo Fraccaro ai rapporti con il Parlamento e della democrazia diretta, Barbara Lezzi al Sud, Elisabetta Trenta alla Difesa, Danilo Toninelli alle Infrastrutture, Alberto Bonisoli ai Beni culturali e al turismo, Giulia Grillo alla Salute e Sergio Costa all’Ambiente.

Sei i ministri della Lega, Giulia Bongiorno alla Pubblica amministrazione, Erika Stefani agli Affari regionali, Lorenzo Fontana al ministero per la disabilità, Gian Marco Centinaio alle politiche agricole, Marco Bussetti all’Istruzione, oltre a Salvini al ministero dell’Interno.

A completare la compagine di governo tre ‘tecnici’, Giovanni Tria all’Economia, Enzo Moavero Milanesi agli Esteri e Paolo Savona agli Affari europei. Sarà il vicesegretario del Carroccio Giancarlo Giorgetti a ricoprire il ruolo di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

LA RINUNCIA DI COTTARELLI – Alla luce degli ultimi sviluppi, Carlo Cottarelli ha rinunciato stasera all’incarico a formare il governo affidatogli lunedì scorso dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “La formazione di un governo politico – ha detto rimettendo l’incarico – è di gran lunga la migliore soluzione per il Paese”.

MELONI FUORI – Fratelli d’Italia – pur garantendo il suo sostegno al nascente esecutivo – non entra nel team governativo, a causa dello stop arrivato da Di Maio. Giorgia Meloni, leader Fdi, incontrando i giornalisti a Montecitorio, sottolinea: “Non abbiamo mai chiesto poltrone per me o altri di Fratelli d’Italia” e rispetto al governo nascente, “e nella fiducia ci asterremo per aiutarlo a nascere. Non tanto per condivisione ma per necessità”.

Ma chi è Giulia Grillo?

Ha 38 anni ed è stata capolista del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati (circoscrizione Sicilia 2). E’ Medico, non è parente di Beppe Grillo, ma solo un’omonima del comico. Iniziò con il meetup di Catania. Vuole il reato di strage per gli amministratori che causano danni alla salute dei cittadini e danni ambientali. Anche lei è una fautrice del reddito di cittadinanza.

Per il resto il totoministri vede Giampiero Massolo quasi sicuramente alla Farnesina, Laura Castelli in pole per la P.A., Giulia Grillo verso la Sanità. Per la Lega Nicola Molteni potrebbe guidare l’Agricoltura (per il quale circola anche il nome di Fontana), Gian Marco Centinaio è in pole per gli Affari Regionali o per il nuovo ministero del Turismo, Giulia Bongiorno è tra i favoriti per Riforme e Rapporti con il Parlamento (in merito al quale non si esclude la scelta di Riccardo Fraccaro). Il dicastero dei Trasporti dovrebbe andare alla Lega (tra i nomi si fa quello di Stefano Candiani) così come quello dell’Ambiente (in pole Lucia Borgonzoni).

Sport e Beni Culturali andranno probabilmente al M5S: i nomi in pole sono quelli di Domenico Fioravanti e Emilio Carelli. Tra i tecnici favorito anche il rettore della Statale Gianluca Vago all’Istruzione mentre Vincenzo Spadafora, fedelissimo di Di Maio, è in pole per gli Affari Europei.

Il Direttore, il Capo-Redattore e la Redazione di AssoCareNews.it auguranoal neo-Ministro della Salute… con la speranza che non dimentichi presto le Professioni Sanitarie!

Fonte: AdnKronos – AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...