Sul Gargano si discute di salute e benessere: incontro organizzato dall’ASL di Foggia.

Salute: una parola con varie definizioni.

Avrà luogo nelle Matine di San Giovanni rotondo. A promuovere l’evento il Distretto di San Marco in Lamis. Vietato mancare.

Sabato 29 giugno, convegno su salute e benessere psico-fisico al tenimento Santa Barbara – Contrada Polverino in territorio di San Giovanni Rotondo. Il locale è ubicato nei pressi dell’ex-miniera di bauxite lungo la provinciale che collega la predetta città con il Capoluogo. Precisamente nel tratto che attraversa il primo gradone garganico che si erge ad alcune centinaia di metri dal Tavoliere, meglio conosciuto come Matine. Tanto vale per coloro che intendono raggiungere la località in auto. A promuoverlo è il distretto sanitario di San Marco in Lamis, diretto da Michele Ciavarella, unitamente all’Asl della provincia di Foggia presieduta da Vito Piazzolla.

La salute, intesa come equilibrio armonico funzionale-fisico-psichico dinamicamente inserito nell’ambiente naturale e sociale, è uno dei presupposti dello stare bene. Pertanto, ad essa sono interessati non solo la Medicina tout courtma anche le attività che sviluppano il corpo e la mente.

Ecco il programma degli interventi.

Dopo l’accoglienza e sistemazione dei partecipanti da parte degli organizzatori (a partire dalle ore 8,30),  salirà in cattedra per primo, alle ore 9.00 in punto,  il succitato Ciavarella.

Lo  farà, come recita l’invito diffuso in ogni dove, per spiegare  passo dopo passo gli obiettivi portati avanti sul tema dal Distretto in menzione  e dall’Asl in generale.  Attività spesso  passate sotto  silenzio, per via dell’umiltà degli operatori e il disinteresse della pubblica opinione.

Dopodiché prenderà la parola Antonio Marchesani, psicoterapeuta d’eccezione, in virtù dei suoi innumerevoli esempi e sostegni alla causa della concretezza scientifica e sanitaria. Quest’ultimo, aiutato nella prassi dalla fisioterapista Maria Grazia Leggierisi soffernerà, in particolare, sugli esercizi di Yoga, bioenergetica,  respirazione e cura di sé.

A ruota, seguirà Teresa Marconi, assistente  di Sani Stili di Vita , che tratterà i Principi base della alimentazione. L’assistente sociale Annarita Stoppiello, dal canto suo, affronterà il ruolo delle associazioninell’ambito dell’integrazione socio-sanitaria.

Alle 13.00, interruzione dei lavori per  pausa pranzo con menu curato dallo chef  Michele Placentino. Si ricomincerà alle 15.00.

Questa volta, in primis, andrà ai  microfoni  l’assistente sociale (Sani stili di Vita),  Debora Penna, che approfondirà il tema The Mindifulness- Teoria ed esercitazione pratica.

Subito dopo riprenderanno  il loro discorso teorico-pratico i predetti Marchesani e Leggieri. Il primo metterà a fuoco l’importanza della  Meditazione guidata, l’altra la necessità delle attività di relax, come balli e giochi. Si concluderà, dalle ore 18.00 in poi, simpaticamente con il “Vadafuma” davanti al falò con saluti ed abbracci. Dal medesimo comunicato si apprende che l’organizzazione si è avvalsa della consulenza tecnico-scientifica di Carla Lara d’Errico e Carolina Villani.

Per coloro che non si sono ancora prenotati va la raccomandazione di presentarsi al convegno non indossando abiti da sera o eleganti, ma comodi e confacenti ai luoghi.

Per info-adesioni gli utenti sono pregati di contattare la predetta Leggieri (cell. 3273041933. ). In ultimo si fa sapere che  il prezzo stabilito per il pranzo è di appena 25 euro a persona. Come a dire niente, se si tiene conto che l’offerta si avvale di piatti bio di produzione esclusivamente locale.

Insomma, resta sempre valido il motto educativo degli antichi romani “Mens sana in corpore sano”.

Servizio realizzato da Antonio Del Vecchio per AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...