histats.com

Infermieri liguri dicono basta ad ogni forma di aggressione e di violenza.

Infermieri liguri dicono basta ad ogni forma di aggressione e di violenza.

All’evento organizzato dall’OPI di Genova ha preso parte un gran numero di persone che hanno gridato no alla violenza di genere.

Sabato 1 giugno 2019 l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Genova ha incontrato la cittadinanza, le associazioni e i professionisti su un tema di forte attualità: Emozioni e Diritti. Presso il Palazzo della Borsa in Piazza De Ferrari a Genova si sono incontrati esperti ed associazioni per discutere sulle emozioni e diritti per contrastare il fenomeno della violenza di genere.

Il congresso ha visto la partecipazione di circa 200 convegnisti. L’iniziativa, voluta dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche e dall’Associazione Culturale Gaia è stata patrocinata dal Ministero della Salute, dalla Direzione Scolastica Regionale, dalla Federazione Nazionale degli Ordini Professionali Infermieri, dalla Regione Liguria, dal Comune di Genova, dall’Università degli Studi, dall’ASL 3, Azienda ospedaliera Policlinico San Martino, Ospedali Galliera, Ospedale Gaslini, Ospedale Evangelico Internazionale e supportato dalla Confcommercio, Ascom Salute e Terziario Donna. Tra le associazioni hanno avuto un ruolo determinante il Gruppo AMALI Auto Mutuo Aiuto Liguria: che ha intrattenuto i partecipanti attraverso la presentazione della biblioteca vivente, l’Istituto per le Materie e le Forme Inconsapevoli, l’Associazione Centro Sociale Quarto, il Coordinamento per Quarto, Quarto Pianeta e il Centro Basaglia, che hanno messo a disposizione dei partecipanti le opere artistiche e la macchina di Leonardo.

I lavori, sono stati moderati da Alessandro Cataldo, Presidente dell’Associazione Culturale GAIA ed hanno preso inizio alle ore 9.00 con i saluti delle autorità convenute, FNOPI, Ascom Salute, Comune di Genova.

Il primo intervento ha riguardato il ruolo degli Infermieri quali garanti della salute e dei diritti umani, relazione tenuta da Carmelo Gagliano – Presidente dell’Ordine Infermieri di Genova.

Si è poi passati alla lezione Magistrale del Prof. Antonio Guerci, titolare della Cattedra UNESCO «Antropologia della salute. Biosfera e sistemi di cura» e Museo di Etnomedicina A. Scarpa, dell’Università degli Studi di Genova. Che ha trattato il tema dell’Antropologia della cura della persona: società e diritti.

La Consigliera di Parità di Imperia ha introdotto il tema dei diritti e delle pari opportunità e delle attività intraprese per garantirne la realizzazione.

Il convegno oha visto anche la partecipazione di artisti dello spettacolo che hanno coinvolto i partecipanti in una performance canora attraverso la guida di Riccardo Ruggeri che ha allietato i partecipanti attraverso la relazione: “Anche i grilli hanno dei diritti”.

La Dr.ssa Tiziana Paolillo della Procura dei minori di Genova ha tenuto la relazione su: “Diritti dei minori e violenza assistita”, evidenziando l’importante lavoro portato avanti dalla Procura nella gestione dei diritti e della tutela dei minori.

Di Cybersecurity e diritti ne ha parlato l’ing. Roberto Surlinelli – Direttore Tecnico Capo della Polizia di Stato- uno dei massimi esperti di sicurezza dei sistemi informatici, che ha presentato i gravi rischi e gli accorgimenti da adottare per tutelarsi dal mondo del web e difendere i minori e i cittadini dai pericoli della rete.

La Dr.ssa Paola Crispo della Procura di Genova ha evidenziato i percorsi di gestione della Violenza di genere quale violazione dei diritti umani e le modalità attraverso cui la Procura intende fare rete con tutte le altre istituzioni per prevenire i fenomeni di abuso e prevenire ogni forma di violenza.

La mattinata si è conclusa con il contributo della Dr.ssa Chiara Nardini – Psicologa, Psicoterapeuta Bioenergetica e Sessuologa clinica di Genova che ha presentato la relazione sull’ Educazione affettiva e sessuale al centro, quale aspetto essenziale per comprendere lo sviluppo dell’affettività come forma di tutela e prevenzione dei fenomeni di bullismo e aggressività di genere.
L’intervallo è stato allietato dal contributo degli allievi: Marta Toretta, Rebecca Curcio, Matteo Durante, Francesco Pietrasanta, Gaetano Quattrocchi, Myriam Parcelli e Claudia Mislea dell’Associazione Culturale Musicale Musicainsieme, con la supervisione delle Insegnanti Anna Giacobbe e Angelica Costantini.

Il pomeriggio è stato moderato dalla consigliera OPI Bruna Crepaldi Componente gruppo di lavoro, che ha introdotto le colleghe infermiere: Rodica Coatu, Maura De Ferrari, Carolina Damasio, Mariana Galan, Marina Calabrò, Sonia Ricciu, Cristina Soggiu, Marinella De Amoli, Rossella Cimicata e Maria Grazia Oddone, che hanno presentato il lavoro svolto nel sostegno dei diritti, la prevenzione della violenza e la gestione dei diritti attraverso le medicine non ceonvenzionali.

Si è parlato di Consapevolezza ed etica dei diritti, da parte della Prof.ssa Brunella Venturini, coordinatrice del corso di Laurea infermieristica di Massa Carrara.

La dr.ssa Floriana Lunardelli del Centro per non subire violenza di Genova, ha affrontato il tema riferito a quali Strumenti di intervento nella relazione di aiuto alle vittime di violenza.

L’attrice, psicologa e psicoterapeuta Simonetta Guarino, ha affrontato il tema di come il teatro può aiutare nel vivere emozioni sane.

Gabriele Lanteri, della Croce Bianca Valsecca, ha presentato un’esperienza di sostegno alle fasce deboli, attraverso la consegna a domicilio di farmaci e beni di prima necessità: l’Ambulape.

La Dr.ssa Sara Costanzo, Pedagogista e Counselor Professionista ha illustrato la relazione sull’opportunità educativa del Conflitto.

Federica Loreti, Infermiera Scrittrice e autrice ha presentato il suo lavoro sull’Età difficili: vittime di bullismo.

Il Vice-responsabile dei servizi alla persona di San Marcellino e Presidente di ARCA Liguria, Gabriele Verrone ha presentato la grave situazione delle Donne e Uomini senza Dimora.

Un tema quasi sconosciuto, ma con effetti sulla salute e il benessere dei familiari è stato presentato da Annamaria Crupi, con la relazione: Sibling: la sorella di quella.

Francesca Posenato ed Elena Menichini hanno presentato il progetto: Essere mamma: We love moms: il diritto di una mamma a 360 gradi. Hanno evidenziato le iniziative e i percorsi difficili che oggi incontrano le neo-mamme nella gestione dei propri bambini e nelle relazioni sociali.

La giornata si è concluso con un dibattito tra i partecipanti con la necessità di diffondere una cultura del rispetto dei diritti di amore verso l’altro, e a creare le basi per una rete di solidarietà attiva e partecipativa

L’OPI di Genova ringrazia chi ha partecipato a vario titolo, e dichiara che il 1 di giugno è stato dichiarato un patto fra gli operatori e la comunità che rappresenta la responsabilità con cui gli infermieri si impegnano a salvaguardare la salute di tutti i cittadini .

L’OPI rinnova l’invito a tutta la comunità, agli iscritti , agli operatori della cura di ritrovarsi nei futuri eventi per collaborare per una società più equa e sostenibile.

Redazione AssoCareNews.it

Redazione di AssoCareNews.it

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394