Infermieri e Medici suonano per la ricerca a Bologna: parte lotta alle leucemie e ai tumori ovarici.

🔴 👉 Infermieri e Medici dell’Outsider Swing Quintet suonano per la ricerca a Bologna. Parte lotta alle leucemie e ai tumori ovarici in collaborazione con AIL e Loto.

“Buona” musica per la ricerca: medici e infermieri dell’Outsider Swing Quintet suonano per AIL e Loto. Mercoledì 11 settembre al Golf Club Bologna”Outsider Swing Quintet” è una band particolare, formata da medici e infermieri del Policlinico Sant’Orsola che mercoledì 11 settembre salirà sul palco al Golf Club Bologna insieme ad un altro gruppo bolognese, Cristel and the Recover, per una serata di beneficienza. 

Grazie ad AIL Bologna e Loto Onlus – per la prima volta insieme – il ricavato verrà devoluto per sostenere la ricerca contro i tumori femminili e le leucemie.

Dalla sala operatoria alla sala prove.

Dalla sala operatoria alla sala prove per portare sul palco un concerto di brani tra swing e jazz. Sono note che fanno bene quelle degli Outsider Swing Quintet: colleghi di giorno tra le corsie dell’ospedale – sono tutti medici e infermieri del Policlinico Sant’Orsola – musicisti di sera, ma anche in questo caso con un occhio alla salute, visto che si esibiscono per sostenere la ricerca. Mercoledì 11 settembre, a partire dalle 19, al Golf Club Bologna la band propone il suo repertorio tra swing e jazz, e viene affiancata da un altro gruppo del territorio, Cristel and the Recover, per una serata a cavallo tra la musica rock e pop anni ’80 con varie hit, da David Bowie ai Talking Heads, da Cindy Lauper a Madonna.

L’iniziativa è organizzata da Loto Onlus – associazione bolognese nata con l’intento di colmare un vuoto informativo sul carcinoma dell’ovaio – e da AIL Bologna, che dal 1992 sostiene i pazienti malati di leucemia, linfomi e mieloma e le loro famiglie; è la prima volta che le due associazioni uniscono le loro forze per dare vita a un evento comune, con un unico obiettivo: raccogliere fondi per la ricerca, in particolare quella portata avanti dall’Ospedale Sant’Orsola, affinchè il tumore ovarico e tutti i tumori del sangue siano guaribili.

Il pubblico può anche gustare buon cibo mentre assiste alle performance dal vivo: è previsto un aperitivo e un light dinner, con un contributo di 35 euro a persona.

Potrebbe interessarti...