ASL di Bolzano presenta questionario razzista a scuola: polemiche e figuracce.

ASL di Bolzano presenta questionario razzista a scuola: polemiche e figuracce.
ASL di Bolzano presenta questionario razzista a scuola: polemiche e figuracce.

A nulla sono servite le scuse dell’azienda sanitaria

Non sono servite le scuse della Direzione Generale e Sanitaria dell’ASL di Bolzano dopo la presentazione di un questionario definito da tutti razzista. E’ polemiche non solo in Trentino Alto Adige, ma in tutta Italia per la richiesta dell’azienda sanitaria di conoscere il gruppo etnico e la razza dell’alunno. Non lo si chiedeva nel nostro Paese dai tempi del Fascismo e peggio di così aveva agito solo il regime Nazista.

A nulla, dicevamo, sono servite le scuse dell’ASL, che sembrano di comodo e sono legate ad una presunta errata traduzione da un modulo simile inglese.

“Gruppo etnico o razza dell’alunno”: è quanto si legge in un questionario dell’Asl Comprensorio di Bolzano. Come scrive il quotidiano Alto Adige, si tratta di un modulo del servizio di neuropsichiatria che, nei giorni scorsi, è stato recapitato ad insegnanti di una scuola media per una valutazione di alcuni ragazzi per delineare il loro profilo. 

“Capiamo tutto – dicono gli insegnanti al giornale -, capiamo che si tratti di moduli standard redatti negli Stati Uniti, dove la legge prevede che si chieda anche quale sia la razza. Ma quello che non afferriamo è come mai nessuno al Comprensorio sanitario di Bolzano se ne sia accorto e si sia fatto una domanda. Evidentemente trovano normale che si domandi ad uno studente a quale ‘razza’ appartiene”.

Fonte: Ansa.it – AssoCareNews.it

Potrebbe interessarti...