Lun. Lug 22nd, 2024

Nei giorni scorsi, l’Unità di Neurologia dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo ha eseguito la prima infusione sottocutanea di Levodopa (Foslevodopa/Foscarbidopa) in Puglia. Questo trattamento innovativo rappresenta un passo avanti significativo per la gestione della malattia di Parkinson, specialmente in pazienti in fase avanzata.

Dettagli del Trattamento e Benefici

La Levodopa è considerata il farmaco più efficace per il trattamento dei sintomi motori della malattia di Parkinson. Tuttavia, nelle fasi avanzate della malattia, la somministrazione orale può causare fluttuazioni motorie e movimenti involontari a causa delle variazioni nelle concentrazioni plasmatiche.

Giuseppe d’Orsi, direttore dell’Unità di Neurologia, spiega: “L’infusione sottocutanea di Levodopa permette una somministrazione continua, garantendo concentrazioni plasmatiche più stabili e un migliore controllo dei sintomi motori.”

Caso di Studio: Paziente Calabrese di 45 Anni

La paziente, una calabrese di 45 anni, ha iniziato a mostrare sintomi del Parkinson a 39 anni. Dopo anni di controllo efficace con la terapia orale, ha cominciato a sperimentare episodi di “blocco motorio” e contrazioni distoniche. La nuova modalità di somministrazione sottocutanea ha offerto un significativo miglioramento delle sue condizioni.

Danilo Fogli, neurologo responsabile dell’Ambulatorio per la Malattia di Parkinson, sottolinea: “La somministrazione di Levodopa per via sottocutanea ha migliorato non solo le performance motorie della paziente, ma anche la qualità del sonno e dell’acinesia mattutina, migliorando notevolmente la sua qualità di vita.”

L’Impatto della Malattia di Parkinson

La malattia di Parkinson è una delle malattie neurodegenerative più diffuse al mondo, colpendo circa 6 milioni di persone. In Italia, i pazienti sono oltre 300.000, con circa 20.000 casi in Puglia. I sintomi principali includono tremore, rigidità muscolare e lentezza nei movimenti, oltre a numerosi sintomi non motori.

Innovazione e Collaborazione

L’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza continua a spingersi oltre nel campo della neurologia. Recentemente, i neurologi dell’ospedale hanno promosso incontri formativi con specialisti del territorio per creare una rete di collaborazione volta a garantire un’assistenza integrata per i pazienti affetti da Parkinson.

L’importanza del Levodopa sottocute

L’infusione sottocutanea di Levodopa rappresenta un’importante innovazione nel trattamento del Parkinson. Grazie a questa nuova metodologia, pazienti come la 45enne calabrese possono sperare in un miglioramento significativo della qualità della vita. L’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza continua a essere in prima linea nella ricerca e nel trattamento delle malattie neurodegenerative.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *