Pubblicità

Squarcella, sindacato SHC OSS: “a Lecce si assuma Operatori Socio Sanitari dalla graduatoria del Concorso”.

Il sindacato OSS SHC PUGLIA stigmatizza le richieste delle OO.SS. di rinnovo contrattuale pervenute alla ASL Lecce”. Apprendiamo ancora una volta con grande stupore le pusillanime richieste delle OO.SS. indirizzate alla Direzione Generale della ASL Lecce, in virtù della delibera di sospensione nota prot.180203 del 16/12/20202 della predetta azienda. È quanto riferisce Antonio Squarcella, segretario regionale di SHC Oss.

Già lo scorso 6 novembre 2020, con una nostra nota prot. 62/SR/2020, denunciavamo proprio alla ASL Lecce, e alle altre ASL del territorio, che tali richieste da parte delle OO.SS. fossero inappropriate, in quanto il nostro punto di fermo invece mirava all’applicazione del art. 97 per il giusto scorrimento della graduatoria e quindi al reclutamento del personale OSS dalla predetta graduatoria, ed evidenziando, inoltre, attraverso la Sentenza del Consiglio di Stato n. 7410 del 29/10/2019 che l’ammissione con riserva alle prove di un concorso è un provvedimento cautelare necessario a tutela del concorrente di veder accertate nel merito le sue ragioni.

Ancora oggi le richieste da parte delle OO.SS. veicolano quelle che sono le norme giurisprudenziali per l’adattamento, come già inoltre implementato dalle altre ASL del territorio pugliese, sul giusto reclutamento del personale OSS dalla graduatoria del Maxi Concorso di Foggia.

In ultimo vorremmo anche evidenziare alle OO.SS. che si ostinano a tergiversare la realtà dei fatti, l’art. 25 comma 4 sancisce chiaramente che “le amministrazioni possono procedere a bandire nuovi concorsi solo previo completo assorbimento degli iscritti al predetto elenco.

3 COMMENTS

Comments are closed.