Oss: somministrare placebo è vietato!

Oss: vietato somministrare placebo, perché produce effetti farmacologici.

OSS: vietato somministrare placebo! Può causare gravi danni agli ospiti. Il loro abuso si verifica soprattutto nelle RSA, nelle case di riposo e nelle case famiglia per anziani.

Si sa la somministrazione di un Placebo è paragonabile a quella di un farmaco vero e proprio.

Questo spesso non viene compreso da dirigenti e i sanitari di alcune strutture gestite, sopratutto nelle ore notturne, esclusivamente da Operatori Socio Sanitari (OSS) e Assistenti di base (ADB). Il vezzo di somministrare finti farmaci per “curare” insonnie e dolori è presente un po’ in tutta Italia, dal Nord al Sud, passando per il Centro e per le isole maggiori, e riguarda essenzialmente personale OSS o tecnico-assistenziale, ma non esclude di fatto i Sanitari (Medici e Infermieri).

Se il personale OSS o ADB non può somministrare preparare, custodire e somministrare farmaci così come già scritto in un altro nostro servizio sul tema “Oss, vietata somministrazione terapia: si rischia la galera. Pene anche per l’Infermiere“. Non lo può fare non perché non è in grado tecnicamente di farlo, ma perché gli unici responsabili del settore sono Medici e Infermieri. Questo fa dedurre che non vi è alcuna norma che tuteli gli Operatori non sanitari e quindi i Pazienti da eventuali errori e danni colposi.

L’abuso di placebo rischia di creare grossi danni agli assistiti, così come emerso l’altro giorno all’incontro ravennate sulle “Parole che curano: il farmaco della comunicazione“, organizzato dagli Enti ordinistici sanitari della provincia e condotto magistralmente dal prof. Fabrizio Benedetti, ordinario di neurofisiologia presso l’Università degli Studi di Torino.

Dall’incontro, tra le righe, è emersa una verità senza precedenti:

  • OSS e ADB non possono gestire la terapia farmacologica;
  • il Placebo ha nei fatti effetti farmacologici (e può dare origine ad effetti collaterali);
  • OSS e ADB non possono gestire Placebo.

E chi ne risponde se lo fanno? La dirigenza e i sanitari. In quanto non denunciano ai propri superiori e ai propri Ordini professionali quanto accade in molte RSA, case di riposo e case famiglia. E agli OSS e ADB cosa succede? Rischiano anche in questo caso come detto nel servizio di cui facciamo riferimento qui in alto l’abuso di professione medico-infermieristica, il danno doloso/colposo e l’allontanamento dal mondo del lavoro in caso di danni voluti o non voluti, oltre a salatissime multe che arrivano fino a 75.000 euro.

Più chiaro di così!

Potrebbe interessarti...