Pubblicità

Paziente lascia 1 milione di euro all’Oss che l’ha accudito negli ultimi anni prima della morte. Adesso la collega girerà il mondo.

Si chiama Manuela la fortunata Operatrice Socio Sanitaria che si è appena licenziata dopo aver ricevuto 1.000.000 di euro dal paziente che ha assistito fino alla fine. E sposato.

Manuela, OSS di origine veneta ma operante in Piemonte, era alla ricerca del suo primo impiego dopo aver terminato la scuola OSS a 47 anni.



Nel 2016 trova un annuncio di lavoro per assistenza domiciliare ad un uomo in emodialisi e fortemente dipendente. Manuela decise di provarci e dopo colloquio fu assunta.

L’uomo l’ha quindi accolta h24 nella sua casa e giorno dopo giorno la dedizione e l’amore con cui veniva assistito l’hanno convinto a lasciare a Manuela la sua eredità.

Per evitare che parenti lontani potessero impugnare il testamento, l’uomo a fine 2018 propose a Manuela di sposarsi affinchè lei fosse ereditaria di diritto (l’uomo non si era mai sposato e non aveva discendenti nè parenti di primo o secondo grado). Manuela acconsentì pensando di ottenere, così la casa in cui da oltre due anni stava lavorando ma anche vivendo.

A Gennaio le nozze. Le condizioni dell’uomo aggravavano e non potendo rientrare nelle possibilità di trapianto, ha deciso di premiare la collega.

Al passaggio delle proprietà, la scoperta: l’uomo aveva un conto segreto con quasi 1 milione di euro sopra.

La collega, raggiunta in esclusiva da AssoCareNews.it, ha dichiarato che adesso spenderà questi soldi per girare il mondo. Partendo dal sud america, terra di cui tanto avevano parlato con il marito/paziente.