Pubblicità

Un Operatore Socio Sanitario, due Medici Chirurghi e tre infermieri richiamati e sospesi per una manovra non di competenza dell’OSS. Inserì CV in sala operatoria.

Lo hanno fatto per scherzo, ma anche perché si fidavano di quell’Operatore Socio Sanitario. Due Medici e tre Infermieri sono stati sospeso in Campania per aver permesso all’OSS di posizionare un Catetere Vescicale.

Il fatto è avvenuto in un noto ospedale campano, dove l’OSS (sospeso anche lui) lavorava da tempo è dove studia per Diventare Infermiere.

L’operatore è iscritto al secondo anno del Corso di Laurea in Infermieristica, ma lavora come personale di supporto in ospedale.

Durante un intervento di routine i Medici e gli Infermieri hanno chiesto all’OSS di inserire il CV, così come aveva visto fare diverse volte durante il tirocinio da aspirante Infermiere e aveva studiato sui volumi universitari.

L’inserimento è avvenuto senza alcun problema e con l’uomo di sono complimentati tutti per la sicurezza e la professionalità.

L’OSS non è stato accorto nel vantarsi dell’accaduto con i suoi colleghi di università. Il fatto è stato riferito ad uno dei suoi docenti che ha informato immediatamente il Presidente del Corso di Laurea, i tutor è i Direttori Generale, Amministrativo è Sanitario del presidio ospedaliero.

Sono seguiti subito i richiami successivi alle verifiche di rito. Ora i 6 rischiano il licenziamento. Al momento sono stati sospesi per fatti gravi. Non di sa se l’OSS sia stato sospeso o meno dall’Università.

Il Paziente non ha subito danni ed è rimasto meravigliato di fronte alle scuse del Direttore Generale: “non sapevo nulla”.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della vicenda.