Oss, igiene e detersione: linee guida e comportamenti corretti

Igiene a letto: quale procedura?
Igiene a letto: quale procedura?

Corretta igiene a letto

L’igiene a letto e la detersione della cute sono manovre comuni ma non scontate: ecco come eseguirle correttamente e con consapevolezza in ogni sua fase!

Con questo articolo iniziamo a trattare sei macroaree riguardanti l’igiene e la detersione della cute da parte del personale sanitario di sostegno (OSS).

Questa prima macroarea riguarda, l’igiene del mattino del paziente fragile.

L’OSS assiste la persona direttamente, in particolar modo chi non essendo più autosufficiente o allettato necessita di aiuto parziale o totale.

L’attività ha inizio con l’alzata del mattino nella quale sono previste cure igieniche molto approfondite, si comincia con l’approccio verbale mentre si entra nella stanza. L’Ospite viene salutato e informato su quello che si sta per fare, la privacy e la dignità della persona devono essere salvaguardate tenendo chiuse le persiane nel caso in cui le finestre diano su una strada o un condominio e la porta della camera deve essere rigorosamente chiusa, generalmente ogni stanza possiede una luce che avvisa della presenza dell’operatore in camera con lo scopo di avvertire il personale o i parenti.

Si comincia quindi, procedendo in sequenza, con la detersione del viso, delle orecchie per proseguire via via con il collo, torace, ascelle e mani (ovviamente verranno rimossi canottiere e pigiami, ed eventuali protezioni igieniche con il quale l’ospite ha passato la notte).
Si prosegue con l’igiene intima, aiutandosi con una padella, terminato il bidet l’ospite verrà aiutato a posizionarsi su di un fianco per poter detergere anche la parte posteriore, schiena, glutei, piedi. Durante l’igiene si osserverà e si collaborerà alla rilevazione del rischio di eventuali danni all’apparato tegumentario, ispezionando attentamente la cute per rilevarne ogni minima variazione o anomalia. Questa pratica assistenziale risulta essere importantissima per la prevenzione delle piaghe da decubito essendo l’anziano, soprattutto quando questi è allettato, predisposto a questo tipo di lesioni per via dell’ipossia dei tessuti causati dal contatto e dalla pressione della pelle, molto debole e sottile, sulle superfici del letto, in tal caso và aggiunto che la prevenzione prevede anche il posizionamento di ausili sanitari come il materasso anti decubito (MAD) ed il cuscino anti decubito(CAD) qualora un’attenta osservazione e valutazione ne richieda l’uso preventivo.

Terminata l’igiene si prosegue con la vestizione everranno fatti indossare abiti puliti.

La detersione è un atto di igiene che si compie quotidianamente, più volte al giorno, e ha il compito di rimuovere dal nostro corpo (pelle, pseudo mucose, mucose e capelli) il materiale che vi si deposita, quest’ultimo può essere esogeno e/o endogeno. Il materiale esogeno deriva dalla contaminazione ambientale mentre quello endogeno è rappresentato dai detriti tessutali e dalle secrezioni sebacee. Il materiale esogeno si deposita sul e nel film idrolipidico e, quindi, la detersione deve obbligatoriamente rimuovere anche parte della prima barriera protettiva della pelle. Il film idrolipidico è essenziale per il mantenimento dell’omeostasi della pelle poiché determina ed influenza il livello di protezione e resistenza agli agenti aggressivi, il pH cutaneo, le proprietà plasto-elastiche della pelle e la sua idratazione. Una detersione troppo aggressiva può danneggiare il film idrolipidico.

La detersione ideale dovrebbe rispettare il più possibile il film idrolipidico di protezione e, allo stesso tempo, rimuovere efficacemente lo sporco. Le sostanze maggiormente indicate per la detersione devono rispettare anche il fattore naturale di idratazione, indicato con la sigla NMF (Natural Moisturizing Factor). Sia il film idrolipidico che l’NMF, determinano infatti una complessa barriera chimico-fisica che mantiene una adeguata idratazione degli strati epiteliali superficiali e si oppone agli stimoli aggressivi di tipo chimico e alla proliferazione di batteri e funghi.

Il sistema più utilizzato per la detersione del corpo prevede l’utilizzo di tensioattivi; un sistema detergente composto da tensioattivi ed acqua che, mediante l’azione esercitata durante il lavaggio e grazie alle proprietà dei tensioattivi stessi, permette di eseguire una corretta pulizia della cute. Alcuni dei prodotti più utilizzati per la cura del corpo sono: o sapone tradizionale; è un ottimo detergente per l’elevato potere lavante ma, proprio per questo, a lungo termine, tende a delipidizzare la pelle in modo eccessivo. Un sapone tradizionale è in grado di alterare il pH cutaneo e l’uso reiterato può causare nel tempo anche apprezzabili variazioni del pH della pelle e un’eccessiva rimozione del film idrolipidico. o spugnette detergenti di sapone o non sapone; è un sistema di pulizia introdotto dalla comunità professionale per eliminare la necessità di catino, detergente saponoso, acqua e teli e per ridurre il tempo richiesto per l’igiene del paziente. Sono stati sperimentati in campo sanitario per eliminare la potenziale contaminazione durante le attività di igiene causata da lavandini sporchi, catini contaminati e dall’acqua corrente dell’ospedale.

Ultimi studi hanno evidenziato l’utilità anche di prodotti cosiddetti completi (2 in 1 corpo-capelli) che sono in grado di detergere delicatamente senza irritare, che si risciacquano con facilità e sono particolarmente indicati per prendersi cura della pelle fragile e delicata dell’anziano e lenire pruriti del cuoio capelluto. Infine diversi studi affermano che è opportuno investigare metodi alternativi diretti a ridurre il bacino di contaminazione nosocomiale, quali spugnette o salviette monouso, che vengono utilizzate soprattutto per il bagno a letto o per l’incontinenza.

 

Bibliografia

http://www.anzianievita.it/l-operatore-socio-sanitario-oss/le-attivita-assistenziali-del-mattino-in-rsa/

http://tesi.cab.unipd.it/51073/1/oliana.martina.1056817.pdf

Tecniche assistenziali Programmazione del Servizio Formativo ABF 2014

https://gocciae.it/wp-content/uploads/2018/04/Detergere-con-acqua-Complete-2-in-1.pdf

Potrebbe interessarti...