histats.com

Oss: igiene del paziente con o senza acqua?

Oss: igiene del paziente con o senza acqua?

Igiene, OSS si chiedono: deve essere effettuato con o senza acqua?

Attualmente si dibatte molto sulle diverse metodologie utilizzate per l’igiene degli ospiti residenti in RSA o nei reparti ospedalieri non autosufficienti, utilizzando o meno l’acqua. In letteratura sono riportate percentuali di dermatiti o lesioni cutanee associate all’incontinenza molto importanti, minori percentuali invece sulla metodologia più corretta da utilizzare.

In cosa consiste l’igiene quotidiana l’abbiamo dibattuto ampiamente nei precedenti articoli, serve all’allontanamento meccanico di microrganismi e di materiale organico ed inorganico, successivamente utilizzando prodotti idratanti si andranno a sostituire i lipidi cutanei persi con la detersione mantenendo la funzione di barriera idro-lipidica.

Aspettiamo i tuoi commenti sul nostro gruppo FaceBook!

Provando a comparare “vecchio” e “nuovo” sistema, ricordiamo che in commercio esistono una miriade di detergenti che possono inaridire la pelle già fragile del paziente anziano, rimuovono i batteri residenti con la possibilità di alterazione del ph cutaneo risultando talvolta aggressivi a carico della cute fragile.

I rubinetti delle Strutture Ospedaliere e/o extraospedaliere possono essere reservoir di contaminazione, l’utilizzo di catini, bacinelle e acqua delle Strutture sopraindicate se non utilizzate correttamente possono essere talvolta fonte di contaminazione batterica e ricettacolo di infezioni nosocomiali.

Nella metodica senz’acqua, con l’utilizzo ad esempio di panni monouso multifunzionali associate a creme fluide o mousse detergenti appositamente formulati, diversi studi hanno evidenziato la diminuzione della formazione di colonie batteriche sulla superficie cutanea, diminuzione di secchezza cutanea con l’aumento dell’idratazione della stessa, mantengono stabile il ph cutaneo e prevengono arrossamenti e formazioni di lesioni cutanee. La strada da seguire come ogni prestazione assistenziale, è quella di individuare un metodo pratico da attuare nel reparto e/o RSA mediante un protocollo condiviso e verificabile con metodo scientifico basato su linee guida validate. Rendere operativo il protocollo adattandolo alle esigenze del paziente non autosufficiente (detersione efficace ma nel contempo delicata), non dimenticando l’efficacia basata sul rapporto qualità/prezzo portando un drastico contenimento dei costi, garantendo sempre l’igiene del paziente 24h su 24.

Pertanto è corretto dire che eseguire l’igiene senz’acqua è possibile, ma sempre garantendo un’adeguata formazione e aggiornamento del personale di supporto sul corretto utilizzo del prodotto che andrà a garantire questa prestazione.

Un valido esempio che vogliamo portare in evidenza a tutti gli operatori è il seguente: Easy Clean è una formulazione innovativa 3 in 1 specifica per la detersione e l’igiene frequente di tutto il corpo senza l’ausilio di acqua, caratteristica che limita le componenti di rischio associate al protrarsi dell’umidità a contatto sull’epidermide. E’ pratica e di facile utilizzo, dotata di particolare erogatore in grado di creare una soffice mousse appositamente studiata per permettere di isolare prima e accorpare poi le impurità, facilitandone la rimozione, fornendo parallelamente idratazione e protezione alla cute. Per tutte le operazioni di igiene, siano esse ordinarie e quotidiane, siano esse di particolare delicatezza e specificità, come nel caso di persone incontinenti, allettate o non autosufficienti. Per l’igiene dell’anziano, particolarmente indicata in tutte quelle situazioni in cui la cute risulta estremamente sensibile, arrossata ed irritata.

Bibliografia:

https://www.slideshare.net/aislec/maniacci

https://gocciae.it/detergenza-e-cura/detergere-senzacqua/

Dott. Ivan Santoro

Infermiere esperto in Wound Care. E' responsabile per AssoCareNews.it del settore partnership.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394