histats.com
venerdì, Maggio 20, 2022
HomeInfermieriMigep. Il Super-OSS resta un oggetto utilizzabile dagli Infermieri e dalla politica...

Migep. Il Super-OSS resta un oggetto utilizzabile dagli Infermieri e dalla politica della formazione.

Pubblicità

Migep. Non è più il tempo delle polemiche e delle divisioni sul super-Oss. Gli Infermieri decidano.

Nasce la gerarchia, un rapporto di supremazia e subordinazione di tipo piramidale, un governo verso gli Oss fatto dagli ordini infermieristici, comunemente, detti capi, hanno più potere dei loro subordinati in una posizione di sopra ordinazione.

Gli infermieri stanno spingendo verso la propria professione i fondi dal PNNR chiedendo di impegnare risorse verso la propria professione, spiegando il loro ruolo e l’impatto che ha sulla vita degli individui, dei caregiver, delle famiglie e delle comunità. Gli infermieri ora avranno anche il monopolio dell’intera formazione Oss.

La regione veneto sta adottando per migliorare i servizi assistenziali con il super oss, portando gli infermieri fino a incarichi (auspicati) di direttori assistenza.

Gli Oss seppur abbiano voce attraverso la federazione Migep, saranno esclusi da qualsiasi discussione sullo sviluppo della propria professione, gli è negata a loro stessi di avere un posto ai tavoli decisionali.

Di fatto chi non siede al tavolo della programmazione dei servizi diventa il “menu’ degli infermieri, senza capire che saranno mangiati in un sol boccone se la categoria non decide di svegliarsi da quel tepore del nettare divino che annebbia le loro menti.

La mancanza d’interscambi di informazioni crea lacune, barriere e limitazioni significative a una sfida su una sottile linea rossa in difensiva a proteggere la professione Oss.

Le soluzioni a questo problema sono complesse, gli infermieri in prima linea hanno il loro sistema riconosciuto e valorizzato per educare e creare consapevolezza sull’importanza dei dati relativi all’assistenza infermieristica per abbattere le barriere all’interoperabilità. Gli operatori socio sanitari seppur in prima linea sia un’armata che non è informata e non conosce i giochi politici in atto sono passivi come spettatori.

Sfortunatamente, gli Oss non sono stati supportati nei loro sforzi per far evolvere la propria formazione. Il prezzo di quest’omissione include un prezzo notevole da pagare, non gli sarà riconosciuto il valore contrattuale.

È urgente che i Politici, prendano seriamente posizione per rinnovare ruolo e la formazione degli operatori socio sanitari in ogni regione, ma non a discapito di uno sfruttamento solo per compiacere i direttori di struttura RSA – RAA. Ci risulta che alcuni Ordini del Veneto sono direttori di struttura Rsa ecco perché spingono quest’accordo devastante.

Gli Oss sono una risorsa a basso costo, la sottomissione, l’abilità nell’imparare e l’impegno nell’assistenza nei confronti dei cittadini li rendono preziosi, ma è debole nel contrastare qualsiasi decisione che altri decideranno sulla loro professione. Nasce così da parte degli infermieri la supremazia e la subordinazione di tipo piramidale verso gli oss che non potranno più alzare la voce. Alla faccia del lavoro d’equipe multi professionale, interdisciplinare. Si rafforza il baronato infermieristico sulla pelle degli operatori socio sanitari.

A chi chiedere aiuto, quando tutti sono in qualche modo sulla linea della Regione Veneto, e sulla linea della Fnopi?

A questo punto ci domandiamo: ma la Fnopi deciderà anche il nuovo contratto per il super Oss?

I sindacati si fermano solo al bisbiglio? O lanceranno il sasso e come il solito nascondendo la mano e lavandosi le mani dicendo ci abbiamo provato, lo immaginavamo?

I politici si fermeranno solo alle interrogazioni parlamentari e agli slogan? O prenderanno seri provvedimenti, considerato il silenzio da parte del Ministro Speranza?

L’operatore socio sanitario!!!!!

E tutto un casino – manca il buon senso. Un profilo tecnico con una certa complessità che non ha attribuzioni nel ruolo socio sanitario, nasce per l’Area socio sanitaria, e per i servizi sociali, è sottovalutato, invece di essere rivisto e riconosciuto come una formazione e professione, le istituzioni e la fnopi giocano sulla responsabilità dell’operatore socio sanitario a livello penale e sulla pelle dei cittadini per un loro tornaconto.

Come Federazione Migep OSS pur sapendo le difficoltà per dare dignità professionale all’operatore socio sanitario, non cederemo le armi dinanzi al baronato, a una politica assente, ai sindacati silenti, continueremo la nostra battaglia sulla “sottile linea rossa “.

Federazione Migep OSS

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394